Negli ultimi anni, le major del Fumetto statunitense hanno invaso le fumetterie con svariati eventi, ma molti di essi si sono rivelati dei veri e propri buchi nell’acqua, più in termine qualitativi che commerciali. Ce ne sono troppi, dunque? Questa è la domanda posta dal portale statunitense Comic Book Resources a C.B. Cebulski, Editor-in-Chief della Marvel.

 

 

L’attuale guida della Casa delle Idee ha risposto soffermandosi su Absolute Carnage e Amazing Spider-Man: Full Circle, miniserie che a suo dire stanno sconvolgendo l’universo narrativo del Tessiragnatele:

 

Tutto dipende da quale sia la definizione di evento. Molte persone utilizzano questa parola in maniera troppo elastica, applicandola a una serie di cose che personalmente non considero eventi. Mi riferisco alla pubblicazione di una qualunque iniziativa speciale o di progetti che durino cinque settimane, nonostante si tratti di cose più circoscritte e autonome che non andranno a incidere in maniera rilevante.

Per come la vedo io, un evento è una storia che si estende a tanti altri titoli, con tie-in e miniserie che coinvolgano vari personaggi. La Guerra dei Regni, ad esempio, è stato un evento, il più grande di quest’anno.

 

Chiarita la sua posizione in merito, Cebulski ha di fatto escluso dalla sezione “grandi eventi” Absolute Carnage, serie limitata di Donny Cates e Ryan Stegman, nonostante contempli moltissimi tie-in:

 

Absolute Carnage è più un evento legato a Spider-Man. È qualcosa di molto specifico incentrato su di lui, Carnage, Venom e una serie di personaggi che sono apparsi sulle loro storie – da quelle di McFarlane a quelle di Larson, Michelinie e così via – e che toccherà tutte le varie epoche.

Certo, saranno coinvolti anche Capitan America e altri eroi, ma il punto è che, al di là dei personaggi che vedremo, il tutto è specificamente legato a Carnage, Venom e i simbionti in generale. Dal mio punto di vista, quindi, non si tratta di un evento su vasta scala, quanto più di un’iniziativa su Spider-Man.

 

A questo punto, Cebulski ha spostato la conversazione su Amazing Spider-Man: Full Circle, speciale scritto a più mani – di cui si è parlato anche al Comic-Con International 2019 – che vede coinvolti Nick Spencer, Jonathan Hickman, Gerry Duggan, Al Ewing, Chip Zdarsky, Kelly Thompson e Jason Aaron ai testi per i disegni di Chris Bachalo, Chris Sprouse, Greg Smallwood, Mike Allred, Rachel Stott, Valerio Schiti, Cameron Stewart e Mark Bagley.

 

Si tratta di un titolo staffetta. Ha cominciato Hickman, scrivendo dieci pagine della sceneggiatura, e, dopo aver concluso la sua parte con un cliffhanger, ha inviato il tutto a Nick Spencer. Così, Nick ha scritto le sue dieci pagine, muovendosi nella direzione che più preferiva, piazzando anche lui un cliffhanger nel finale e inviando la sceneggiatura a Kelly Thompson. Lei ha sua volta scritto dieci pagine e le ha inviate a Jason Aaron e così via.

Gli sceneggiatori coinvolti hanno ricevuto lo script del loro predecessore senza sapere nulla della storia, perciò hanno dovuto raccogliere il testimone e provare a rendere le cose più semplici o più difficili a chi li avrebbe seguiti.

 

L’intera operazione sarà chiusa da Spencer, l’attuale sceneggiatore di Amazing Spider-Man, al quale spetta il compito di inserire il racconto nello status quo dell’Arrampicamuri:

 

Dovrà sbrogliare la matassa. Ho letto i primi quattro capitoli, e devo dire che sono assolutamente fantastici. Il primo è di Hickman, e credo sappiate tutti come è fatto Jonathan: non vuole rendere le cose facili a nessuno. Ha preso i personaggi e li ha lasciati in un punto assurdo, ma il tutto è coinvolgente e molto scorrevole.

 

In attesa di leggere questa storia che mette insieme alcuni dei principali autori attualmente in forza all’Editore di New York, vi proponiamo i team creativi dei diversi capitoli:

 

Amazing Spider-Man: Full Circle #1, copertina di Rod Reis

– Jonathan Hickman, Chris Bachalo e Tim Townsend

– Gerry Duggan e Greg Smallwood

– Nick Spencer, Michael Allred e Laura Allred

– Kelly Thompson, Valerio Schiti e Mattia Iacono

– Al Ewing, Chris Sprouse e Karl Story

– Chip Zdarsky e Rachael Stott

– Jason Aaron e Cameron Stewart

– Jason Aaron, Jonathan Hickman, Gerry Duggan, Nick Spencer, Kelly Thompson. Al Ewing, Chip Zdarsky e Mark Bagley

 

La pubblicazione dell’albo è prevista per il prossimo 23 ottobre negli Stati Uniti. Nell’attesa, godetevi alcune tavole in anteprima di Amazing Spider-Man: Full Circle #1, dove troviamo Testa di Tela, Mary Jane e Zia May in versione licantropo (!), Nick Fury, Wolverine, Peter Porker – alias Spider-Ham – e l’iconico costume nero. Non è chiaro se si tratti del simbionte, ma di questi tempi non si può mai sapere!

 

 

 

Fonti: CBR | Bleeding Cool

 

Consigliati dalla redazione