Eleganza: questa è la sensazione più forte che Nottetempo, graphic novel firmata da Luca Russo, trasmette al lettore una volta chiuso il volume. La resa della carta, la gestione della luce come elemento narrante, gli spazi ampi e profondi, i personaggi tanto caratterizzati quanto effimeri nel loro passaggio sulla Terra: tutto volteggia solennemente a ritmo di musica, pagina dopo pagina, immerso in un’armonia minata dall’inquietudine personale.

Ogni vignetta è posizionata efficacemente sul pentagramma della narrazione, come se un grammofono stesse riproducendo l’intero volume trasformandolo in melodia. Il ritmo dei testi e la cura con cui sono realizzati i disegni creano un’insieme di note e pause che smuovono nel profondo l’emotività del lettore.

Il cartonato ha un impatto grafico potente, i dipinti digitali vicini all’olio tradizionale firmati dall’autore sono carichi di consapevolezza e grazia, rievocando tanto la poesia impressionista quanto la potenza dell’espressionismo. La gestione della luce è sicuramente il punto di forza del fumetto: non c’è colore che non venga declinato a seconda dell’illuminazione (fissa o in movimento) di ogni scena. Le tavole sono equilibrate, con colori dominanti ben leggibili nei differenti capitoli, realizzati con sfumature morbide che donano all’atmosfera un sentore di sospensione nel tempo e nello spazio.

Anche la vicenda, per come viene raccontata da didascalie e dialoghi, va nella stessa direzione. L’eterna ricerca di una risposta si tramuta presto nella ricerca di se stessi, perché, come ogni artista, l’autore è sensibile a quello che accade attorno al proprio cosmo personale. L’esperienza travagliata del protagonista porta il lettore a passeggio in un mondo sospeso tra il reale e l’onirico, fino al momento in cui la necessità di fare i conti con la cruda realtà arriva al culmine, spazzando via ogni traccia del sogno.

Come per tutti gli altri libri della collana Prospero’s Books di Tunué, il tema principale del racconto è quella crescita tanto forzata quanto necessaria, la spinta ad affrontare l’evento della vita che fa da spartiacque tra un prima e un dopo, a prescindere dall’età del diretto interessato.

Nottetempo è sicuramente un prodotto di elevata qualità, sia sotto il punto di vista della confezione editoriale sia per quanto riguarda il racconto. I suoi tempi molto dilatati, l’introspezione e l’utilizzo delle variazioni cromatiche a scansione del ritmo narrativo lo rendono un fumetto destinato a durare nel tempo, adatto a diverse letture per apprezzare al meglio la cura di ogni particolare.