Negli Stati Uniti, le guerre galattiche di Empyre – evento che ha tenuto banco nell’Universo Marvel quest’estate – volgono al termine, e sebbene le ripercussioni abbiano toccato in vari gradi tutti i protagonisti della storia, dagli Avengers ai Fantastici Quattro, una volta depositata la polvere risulta evidente che sia stata soprattutto la storia di Theodore “Teddy” Altman, alias Hulkling, ritrovatosi nel proverbiale occhio del ciclone dei conflitti stellari tra Skrull, Kree e Cotati.

Il personaggio è stato inoltre il protagonista assoluto di Lords of Empyre: Emperor Hulkling, scritto da Anthony Oliveira a Chip Zdarsky per i disegni Manuel Garcia. La storia – che in Italia verrà pubblicata da Panini Comics sullo speciale I signori di Empyre – esplora e approfondisce la psicologia del giovane imperatore e le sue relazioni personali; una dimensione che negli albi della miniserie portante poteva necessariamente godere di uno spazio limitato.

In un’intervista, Oliveira come ha parlato di questo viaggio nella vita sentimentale di Hulkling e delle figure che gli ruotano attorno:

 

Oliveira – Non è un segreto per nessuno il fatto che ami questi personaggi e che sia pronto ad abbandonare ogni altra cosa pur di lavorare con loro, perciò, quando mi hanno profilato questo evento, l’editor Wil Moss sapeva che avrei voluto giocarci! È sempre un piacere lavorare con lui: le sue osservazioni sono argute e taglienti, è onesto fino in fondo ed è un alleato queer irriducibile, qualcuno che non vedi l’ora di agganciare e di non mollare più.

Ovviamente essere uno scrittore gay che lavora su personaggi gay protagonisti di un megaevento fumettistico di questa portata è un onore e una responsabilità enorme, ed entrando nelle sue prime fasi ho sentito il dovere di stabilire chi sia questo personaggio prima di buttarlo nel tritacarne della guerra.

Uno dei piaceri legati a questo fumetto è stato proprio il fatto di esplorare le parti dell’esistenza di Teddy che non abbiamo visto, e ciò include la sua vita sociale: com’è quando Billy non è nei paraggi?

Inoltre, la sua relazione con Prodigy/David Alleyne è sempre stata importante per me: in questa occasione vediamo che il cortese affetto non corrisposto della seconda serie di Young Avengers si è trasformato in un un’amicizia molto affettuosa, e a seguito dell’M-Day, David sa bene cosa significhi vedere i propri coetanei allontanarsi.

Infine, penso che il suo rapporto con Seed/Tommy Shepherd abbia una natura fraterna e molto protettiva: il rapporto tempestoso di Billy con la propria identità l’ha sempre reso un po’ sarcastico con il gemello Tommy, e credo che Teddy (il quale per natura tende a proteggerlo) si sia sempre silenziosamente preoccupato per lui. Sia lui che Tommy sanno cosa significhi essere messi in ombra da Billy, e lo affrontano in modi molto diversi ma paralleli.

Ovviamente, anche David e Tommy hanno una loro dinamica assurda, e qui vediamo che è diventata… be’, più strana. Nel fumetto, entrambi i ragazzi tentano di tirare su un Teddy solitario e deprimente con una notte in città (che va, come spesso accade, in modo diverso dai piani)!

Penso che i due si amino molto, ma abbiano anche una tendenza alla co-dipendenza che può essere una vera sfida quando sembra che uno dei partner viva a un ritmo diverso. Penso che i lettori avessero da tempo l’impressione che Teddy venisse stato lasciato indietro, e ora scopriamo che anche lui aveva avuto quell’impressione.

In Brunch a sorpresa con Loki [pubblicato in Italia su Universo Marvel: La Guerra dei Regni Extra 2 – NdR] l’avevo praticamente parcheggiato sul divano a mangiare cereali, e lo troviamo in questa storia praticamente esattamente nello stesso posto, mentre esce lentamente di testa. Riceve da Billy messaggi sulle sue avventure con Spider-Woman e Blade e pensa: “Fantastico, io invece ho giocato ad Animal Crossing tutto il giorno”. Gradualmente, la cosa erode la sua percezione di sé: mentre Billy fa il giro del mondo assieme a Strikeforce, Teddy cosa sta diventando?

Una delle cose belle di Empyre, in realtà, sta proprio nel raccontare questa estraneazione: l’individuo meno ambizioso dell’universo è ora l’Imperatore del cosmo. Cosa farebbe una persona del genere? Quanto sarebbe terrorizzata da tutta questa potenziale corruzione?

 

 

Fonte: AIPT