Gli Orchi-Dei: Piccolo, copertina di Bertrand Gatignol

È tramite i profili social dell’editore francese Delcourt che apprendiamo della scomparsa di Hubert Boulard, l’autore noto come Hubert. Lo scrittore e colorista aveva solo 49 anni.

La sua carriera ebbe inizio negli anni Novanta: dopo gli studi alla scuola di Belle Arti di Angers, decide di dedicarsi al Fumetto e di intraprende la carriera di colorista, che lo portò a collaborare con vari autori quali Corbeyran, Yoann e Eric Omond, Gillon e Malka.

A partire dagli anni Duemila, Hubert decise di darsi alla sceneggiatura, firmando Le legs de l’alchimiste per l’editore Glénat. Nel 2015 ha invece firmato Bellezza, fumetto originariamente pubblicato in tre volumi e poi riproposto in un unico tomo, disponibile anche nel nostro Paese grazie a BAO Publishing.

 

 

In Italia, la stessa casa editrice milanese ha pubblicato la serie Gli Orchi-Dei, scritta per i disegni di Bertrand Gatignol, di cui sono usciti i volumi Piccolo e Mezzo sangue. Quello costruito dall’autore è un universo grandioso e crudele, che incarna la sua predisposizione a raccontare di mostri e personaggi ai margini della società.

Durante l’ultimo Festival di Angoulême, Glénat aveva annunciato l’uscita del nuovo fumetto firmato da Hubert, intitolato Peau d’Homme, una storia presentata come poetica e impegnata.

Questo il messaggio di cordoglio da parte dell’editore:

 

È con grande tristezza che apprendiamo della morte di Hubert, che ha lavorato a lungo con noi come sceneggiatore e colorista. I nostri pensieri più profondi vanno ai suoi cari e a tutti coloro che hanno conosciuto quest’uomo sensibile e di talento.

 

Anche la pagina Facebook di BAO ha diffuso un messaggio:

 

Questa è una foto della prima volta che abbiamo incontrato Hubert (a sinistra, insieme a Bertrand Gatignol), nel gennaio 2019. L’ultima, sempre ad Angoulême, è stata neanche due settimane fa, di sfuggita, per la strada. Oggi Hubert non c’è più, e ci mancherà tantissimo. Colto, raffinato, impegnato in una militanza a favore degli autori che lo infiammava di passione ed entusiasmo, ci lascia opere bellissime, che continueremo a pubblicare, per non smettere di sentire la sua voce. Un abbraccio forte e sentito a tutti quelli che, come noi, gli hanno voluto bene.

 

Questa è una foto della prima volta che abbiamo incontrato Hubert (a sinistra, insieme a Bertrand Gatignol), nel gennaio…

Pubblicato da BAO Publishing su Giovedì 13 febbraio 2020

 

 

Fonte: 9emeart