Se è vero che la narrazione “a tempo indeterminato” delle avventure supereroistiche è vista da alcuni come un limite al potenziale narrativo del genere, è altrettanto vero che la Marvel già da tempo ha dato la sua risposta a questa osservazione con il lancio della linea The End, che narra l’ipotetico capitolo finale delle decennali avventure di eroi come gli X-Men, i Fantastici Quattro e Capitan America. La galleria dei “finali” sta per arricchirsi con quello dedicato a una delle figure più popolari degli anni recenti: “l’altro” Spider-Man, Miles Morales.

A firmare le vicende di Miles Morales: The End sono stati chiamati lo sceneggiatore Saladin Ahmed e il disegnatore Damion Scott. Il primo ha presentato così obiettivi, atmosfere e temi dello speciale da poco pubblicato negli Stati Uniti:

 

Miles Morales: The End #1, copertina di Damion Scott

Ahmed – È facile raccontare la storia di un eroe post-apocalittico che è diventato cinico e segnato dagli eventi, ma questa versione di Miles Morales va nella direzione opposta e ci chiede: “Come è possibile conservare il nostro ottimismo e la nostra positività nelle circostanze più buie?”

Miles è un personaggio essenzialmente positivo e per me era importante mostrare che è in grado di mantenere quella positività anche nel più tetro degli scenari.

Nel futuro, Miles è diventato il sindaco di Brooklyn dopo che alcune creature mostruose simili ai germi hanno distrutto Manhattan. Miles affronterà mostri e persone mostruose, e tutto ciò che ha costruito nell’arco dei decenni sarà minacciato.

Adoro lo stile artistico di Damion, è perfetto per Miles e per la sua rivisitazione di Brooklyn. È un misto di influenze hip-hop, manga e supereroistiche che non potrebbe trovare uso migliore, e sono rimasto letteralmente a bocca aperta quando ho visto le sue tavole. Aspettate soltanto di vedere il cattivo principale della storia, Capitan Last!

Se il motto di Peter Parker è “Da grandi poteri derivano grandi responsabilità”, quello di Miles dovrebbe essere qualcosa tipo “Proteggetevi a vicenda e non dimenticatevi di divertirvi.” Ma dovrete leggere la nostra storia per scoprire se alla fine lo attende una tragedia, un’uscita di scena in una fiammata di gloria o un lieto fine!

 

 

 

Fonte: Newsarama

 

Consigliati dalla redazione