Ms. Marvel #38, copertina di Sara Pichelli

Gli anni Dieci del Duemila sono terminati, e c’è chi fa bilanci e classifiche di ogni genere. In particolare, in ambito comics, la Marvel ha celebrato sul suo sito ufficiale i migliori personaggi che abbiano visto la luce nel decennio appena concluso. Quali sono la nuove figure della Casa delle Idee di maggior successo, più amate e di maggior qualità, secondo una serie di figure interne alla major, ma non appartenenti al comparto editoriale?

Ecco, in breve, chi ha raccolto più voti da parte degli intervistati, ovvero figure professionali interne all’editore di New York provenienti dal reparto giocattoli, dal marketing, dal settore digitale e da quello televisivo e cinematografico.

Al primo posto – giustamente, a nostro avviso – c’è Ms. Marvel, intesa ovviamente come Kamala Khan, che domina accaparrandosi quattro voti su dieci. Sono quelli di Harry Wilcox, direttore dei progetti televisivi e animati, Lorraine Cink, produttrice di Marvel Entertaniment, Brian Cosby, direttore creativo di Themed Entertainment, e Bill Rosemann, direttore creativo e vice-presidente di Marvel Games. La giovane eroina di origini pachistane viene definita il Peter Parker della nuova generazione, aggiornata alla base di lettori contemporanei. Divertente, fangirl, incasinata, appassionata nel difendere gli ultimi e nel voler restare un’eroina della porta accanto: ecco i punti di forza della nuova icona certamente più convincente della Casa delle Idee degli anni Dieci.

Miles Morales: Ultimate Spider-Man #1, variant cover di Fiona StaplesDietro di lei, cinque personaggi si accontentano di un voto ciascuno. Quello di Becka McIntosh, direttrice delle operazioni di Marvel Games, va a Miles Morales: lo Spider-Man più giovane e proveniente dall’Universo Ultimate ha portato, secondo lei, nuova energia alla figura dell’eroe simbolo della casa editrice, riavvicinandola al pubblico dei più giovani che avevano bisogno di qualcuno più aderente alla loro visione del mondo sotto un costume trapuntato di ragnatele. Miles è per i ragazzi di oggi quel che Peter è stato per quelli di ieri.

Secondo Judy Stephens, produttrice presso la divisione Nuovi Media della Marvel, la palma va a Riri Williams, alias Ironheart: come molti negli ultimi dieci anni, è approdata al mondo dei fumetti grazie alla figura di Iron Man, e vedere un personaggio di nuova generazione che ne raccogliesse il testimone è stato entusiasmante. Il fatto che fosse una ragazzina di colore ha solo aggiunto profondità a questa figura, aiutando a dimostrare che davvero ogni categoria di lettori e lettrici può amare i fumetti di super eroi.

Brie DaSilveira, coordinatrice delle operazioni digitali presso Marvel Entertainment, ha invece una passione per America Chavez. Coraggiosa, battagliera e sempre disposta a dire la propria, tanto in inglese quanto in spagnolo.

Ironheart #1, variant cover di Jen Bartel

Dakota Maysonet vira verso lidi più oscuri: per l’assistente creativa di Marvel Games è Gorr il Macellatore di Dei, antagonista di un glorioso ciclo delle storie di Thor, il miglior personaggio creato nello scorso decennio. Con la sua necrospada ha fatto stragi nello spazio e scatenato il terrore nei cuori degli immortali, dimostrando che il potere della pura forza di volontà può mettere in ginocchio anche le divinità. La sua missione di liberazione dei mortali dalla tirannia delle figure divine sarà anche vista da molti come un atto crudele, ma certamente ha avuto grande fascino.

Marika Hashimoto, editor presso la sezione Nuovi Media, concede il suo voto a Gabby Kinney, anche nota come Honey Badger. Il clone genetico più puccioso, per quanto letale, di Wolverine, nonché “sorellina” di X-23 è talmente adorabile da considerare Logan il proprio nonnino. Una via rapida per entrare nel cuore dei lettori.

David Powell, animatore in forza alla sezione Nuovi Media, non nasconde la sua predilezione per Thori, il mastino infernale proveniente dal regno di Hela divenuto uno dei migliori amici del Dio del Tuono. Come sarebbe un fedele compagno canino che sa parlare e fare strage di nemici sul campo di battaglia? Dedito e protettivo, pieno di affetto per il suo padrone, è il compagno che ogni asgardiano vorrebbe al fianco.

 

 

 

Fonte: Marvel

 

Consigliati dalla redazione