Al momento, la notizia più eclatante giunta dal New York Comic Con 2019 è certamente quella relativa al nuovo team creativo di Thor, che innescherà una nuova era dopo sette anni di storie firmate da Jason Aaron. Il suo successore ai testi è quel Donny Cates che alla Marvel, da ormai un paio d’anni a questa parte, sta trasformando in oro tutto ciò che tocca: da Thanos a Venom, da Ghost Rider Cosmico a Doctor Strange, fino all’evento ragnesco Absolute Carnage, che sta ancora facendo faville negli Stati Uniti.

Un passaggio di testimone meritato e per certi versi naturale, considerando che il golden boy del Fumetto americano è il protégé dello scrittore di La Guerra dei Regni e ha fatto sue alcune idee di quest’ultimo per il lavoro sul V-Man, su tutte l’origine del Dio dei Simbionti Knull in relazione ad All-Black, la Necrospada di Gorr, il Macellaio di Dei.

 

 

Poche ore dopo l’annuncio della nuova Thor, firmata ai disegni da Nic Klein (apprezzatissimo sulla sua run di Deadpool scritta da Skottie Young) per i colori di Matthew Wilson, abbiamo già le prime tavole del numero #1, in uscita a gennaio 2020.

Le trovate subito dopo la sinossi (notare la strizzata d’occhio a Il Trono di Spade) e la copertina di Olivier Coipel, un artista che di rilanci del Tonante ne sa qualcosa, avendo firmato il ciclo di J. Michael Straczynski, l’inizio di quello di Matt Fraction e la miniserie sull’Indegno Thor di Jason Aaron.

 

Un nuovissimo team creativo di super star porta il Re di Asgard verso nuovi gloriosi Reami! Il principe è ora un re. Tutta Asgard si prostra dinnanzi a Thor, il Dio del Tuono. E dopo molti mesi di guerra, i dieci Regni sono finalmente in pace. Ma i cieli sopra al Reame Eterno non sono mai stati sereni a lungo. L’Inverno Nero sta arrivando. E il Dio delle Tempeste non potrà fermarlo.

 

 

 

 

Fonti: Newsarama | Bleeding Cool

 

Consigliati dalla redazione