Lonnie Nadler e Zac Thompson ci hanno appena regalato l’ambizioso crossover Age of X-Man e ora si trovano a confronto con un progetto decisamente meno complesso, ma non per questo meno interessante. Si tratta di Yondu, miniserie in cinque parti che debutta il 6 novembre negli Stati Uniti e che racconta le gesta in solitaria del leader dei Ravagers creato per i film dei Guardiani della Galassia.

Vi ricordiamo che la versione fumettistica di Yondu Udonta – da non confondere con il corrispettivo di Terra-691, membro degli originali Guardiani – è stata introdotta nella miniserie Star-Lord, lanciata nel gennaio 2016 da Sam Humphries e Javier Garron.

Ecco come gli sceneggiatori hanno parlato del progetto, che sarà disegnato da John McCrea (Hitman):

 

Yondu #1, copertina di Cully Hamner

Nadler – Yondu rappresenta l’occasione unica di raccontare un genere di storia che difficilmente potete trovare su altri fumetti Marvel, al momento. E noi volevamo trarne ogni possibile vantaggio.

Si tratta di un personaggio che opera in un’area fortemente diversa dal novantanove percento dei contesti in cui sono calati gli altri eroi e criminali Marvel, perché la sua vita avviene nelle periferie degradate dell’universo, in luoghi in cui la maggior parte delle persone non vuole nemmeno mettere piede.

Da questo punto di vista, i lettori faranno la conoscenza di un mondo che hanno amato per decenni ma visto sotto una lente del tutto nuova, uno sguardo ruvido, grottesco e comico. Faremo capire sin da subito che si tratta di una storia di genere crime molto ironica e fatta di errori reiterati, dove niente va mai per il verso giusto per il vecchio Yondu. Il risultato è un cocktail che contiene in parti uguali Breaking Bad, Arma letale e Non è un paese per vecchi.

ThompsonYondu è di genere neo-western e viene dai bassifondi del cosmo Marvel. Questa storia parla di un reietto che vede l’Universo Marvel come roba sua, da agguantare… solo che è un brigante, un baro e un criminale, quindi la vita non è esattamente semplice per lui.

Regaleremo ai lettori uno sguardo esclusivo sul suo modo di vedere le cose. Daremo un’occhiata alla vita interiore incrostata e sporca di Yondu Udonta e ascolteremo i suoi pensieri più disgustosi per la prima volta. Sorpresa: non sarà piacevole.

Io e Lonnie facciamo squadra con uno dei nostri disegnatori preferiti, John McCrea, e con Mike Spicer che è un meraviglioso colorista. Creeremo una storia comica che parla di quel che succede quando Yondu si monta la testa e si ritrova ricercato dall’intero Universo Marvel. E ci sarà solo una persona che potrà salvarlo: Yondu stesso.

 

 

 

Fonte: Marvel

 

Consigliati dalla redazione