Iron Man 2020 #1, copertina di Pete Woods

L’ultimo annuncio che vi riportiamo relativamente al panel Next Big Thing della Marvel, tenutosi nel corso del secondo giorno del New York Comic Con 2019, riguarda un progetto già noto ma di cui non si conosceva ancora pressoché nulla: Iron Man 2020.

Creato nel 1984 da Tom DeFalcoHerb TrimpeArno Stark è il cugino perduto di Tony appartenente a un futuro ipotetico, e quando indossa l’armatura diventa il cinico Iron Man del 2020. Nell’Universo Marvel del presente, anch’esso ormai giunto allo stesso anno,

Arno è invece il vero figlio biologico di Howard e Maria Stark. Lui e Tony sono dunque fratellastri, e fino a qualche tempo fa andavano d’amore d’accordo. Con l’inizio della serie Tony Stark: Iron Man, però, abbiamo conosciuto un lato decisamente spietato di Arno.

Nel corso della conferenza alla convention è stato confermato che l’Iron Man 2020 della continuity canonica sarà proprio lui e che le sue storie saranno raccontate all’interno di una nuova serie in partenza il prossimo gennaio negli Stati Uniti. Iron Man 2020 sarà scritta da Dan Slott e Christos Gage (già sceneggiatori di Tony Stark: Iron Man) per i disegni di Pete Woods, autore anche delle copertine che trovate in questo articolo.

 

 

Secondo l’editore di New York, il modo in cui Arno affronterà le responsabilità che derivano dall’essere il Vendicatore corazzato avrà effetti monumentali sull’Universo Marvel. Inoltre, è stato ricordato ai lettori che nel 1984 l’originale Iron Man 2020 aveva visitato il futuro sulle pagine di Machine Man #2. Ma, in tutto ciò, che fine farà Tony Stark, recentemente già morto e sostituito (da Ironheart e Victor Von Doom)?

Queste le parole di Tom Brevoort, Senior Vice President of Publishing della Casa delle Idee:

 

Una pagina del calendario dopo l’altra, sin da quando è cominciata questa run ci stiamo preparando all’arrivo del 2020 e all’avvento di Arno Stark! Tutti i temi più grandi con cui abbiamo giocato qui saliranno alla ribalta in un grandioso ed epico film d’azione che tutti potranno apprezzare!

 

Ecco com’è stata presentata la nuova testata sul sito ufficiale della Casa delle Idee, una descrizione dalla quale emerge la volontà di fare il punto sull’intera comunità robotica di Terra-616. Oltre a presentare un nuovo Iron Man, infatti, il progetto affronterà le domande su cosa significhi essere un’intelligenza artificiale:

 

In Iron Man 2020, il futuro è adesso, le Intelligenze Artificiali rappresentano un pericolo chiaro e presente per l’umanità e devono essere schiacciate! Mentre la Ribellione Robotica combatte per l’istituzione dei diritti dei robot, qualcuno di nuovo indosserà l’armatura di Iron Man: Arno Stark, il fratello perduto di Tony Stark. Ma non sarà solo: War Machine, Rescue e Ironheart avranno dei ruoli da interpretare nella nuova serie. La Ribellione Robotica presenterà inoltre alcuni robot noti dell’Universo Marvel, come Machine Man alias Aaron Stack, Jocasta, Visione, Albert (il Wolverine robotico), Elsie-Dee, Machinesmith, gli LMD di Nick Fury, Testa di Morte, il Pensatore Pazzo e il suo fantastico androide, Quasimodo, H.E.R.B.I.E., i Dreadnaughts, Brynocki, Alkhema e M-11.

 

Iron Man 2020 #2, copertina di Pete Woods

 

 

Fonte: Marvel

 

Consigliati dalla redazione