La scorsa settimana è stato pubblicato negli Stati Uniti il numero #11 di Daredevil, scritto da Chip Zdarsky (Howard the Duck), su cui ha avuto inizio l’arco narrativo Through Hell.

 

 

Con questo albo ha fatto il suo ritorno Marco Checchetto (Old Man Hawkeye), colorato da Nolan Woodard, dopo aver disegnato i primi cinque episodi della serie (in Italia, Panini Comics ha da poco pubblicato il terzo).

La storia, che vede la partecipazione di Spider-Man ed Elektra, è stata commentata così dall’artista veneziano:

 

Daredevil #11, copertina di Julian Totino Tedesco

Daredevil #11, con il terzo capitolo Through Hell scritto dal grande Chip Zdarsky, segna il mio ritorno sulla serie. Le sue sceneggiature sono davvero ottime, amo ogni singolo capitolo o uscita.

Come dicevo, è il mio ritorno sulla testata, e per l’occasione Chip ha deciso di presentare la nostra versione di Elektra, la letale assassina creata da Frank Miller. Per lei ho scelto lo stesso approccio che ho utilizzato con Matt e Kingpin: un ritorno alle origini. Ho ripreso il primo costume, quello disegnato da Miller, e poi ho rivisitato quello realizzato da Bill Sienkiewicz. L’unica cosa che ho cambiato è la bandana sulla sua testa: volevo assolutamente disegnare Elektra con i capelli ricci, come fece John Romita Jr. ne L’uomo senza paura. Quindi, ho optato per un’unica fascia attorno alla testa. Spero piacerà ai fan.

Riguardo a Matt, ho scelto di vestirlo in modo più casual. Nel secondo capitolo, il disegnatore ha utilizzato un look classico, così per lo scontro con Elektra l’ho immaginato senza la giacca e con le maniche arrotolate. Chip ha assolutamente voluto la bandana bianca.

Spider-Man fa ritorno in questa storia (l’abbiamo già visto in Daredevil #5). Dall’inizio della serie ho chiesto a Chip di utilizzarlo il più possibile, e quando mi ha inviato questa sceneggiatura ha scritto: “Ho inserito Spider-Man in questo numero! PERCHÈ CI TENGO.” Riguardo Spidey, l’approccio è stato “non toccarlo”. Per me esiste solo il suo classico costume rosso e blu. Ho lavorato esclusivamente sulle pose, plastiche ma realistiche.

Dopo i primi cinque numeri brillantemente colorati da Sunny Gho, con questa storia abbiamo dato il benvenuto nel nostro team a Nolan Woodard. Amo il suo stile e la sua palette di colori.

Questo è sicuramente uno dei miei incarichi preferiti sin da quando sono arrivato alla Marvel. È stato un piacere disegnare ogni pagina. Ogni numero è incredibile. Non vedo l’ora di leggere le nuove sceneggiature per sapere come si svilupperà la serie. Chip è fenomenale, e il suo Daredevil è sia classico che ultra-moderno. I personaggi sono pieni di vita e complessi, in particolare Kingpin.

Non vedo l’ora che leggiate i prossimi numeri e i prossimi capitoli. Se amate Daredevil, amerete anche loro.

 

 

 

Fonte: Marvel

 

Consigliati dalla redazione