Dopo l’annuncio al Comic-Con International e la presentazione dei primi albi coinvolti, la Casa delle Idee torna ad alzare il velo su Marvel 2099, il progetto volto a omaggiare (o rilanciare?) quello che una volta era considerato il suo futuro ufficiale. Perché proprio ora? Semplice, si festeggiano ottant’anni dell’editore di New York e ne mancano altrettanti al 2099.

Tutto avrà inizio a novembre negli Stati Uniti e, contrariamente a quanto si pensava inizialmente, si estenderà anche il mese successivo. Per la precisione, la storia avrà inizio sul numero #33 di Amazing Spider-Man, serie scritta da Nick Spencer e disegnata dalla new entry Patrick Gleason (Young Justice), che verrà coinvolta anche nei suoi due successivi appuntamenti.

 

 

In parallelo usciranno diversi one-shot, di cui la Marvel ha annunciato tempo fa alcune copertine e parte degli autori2099 Alpha #1, di Spencer e Victor Bogdonovic; Fantastic Four 2099 #1, di Karla Pacheco e Steven CummingsPunisher 2099 #1, di Lonnie Nadler, Zac Thompson e Matt Horak; e Conan 2099 #1, di Gerry Duggan e Roge Antonio.

Ora sappiamo chi si occuperà dei restanti cinque albi: Spider-Man 2099 #1 sarà scritto da Spencer per i disegni di Jose Carlos Silva e la copertina di Bogdanovic.

 

Spider-Man 2099 #1, copertina di Viktor Bogdanovic

 

Damian Couceiro (Old Man Logan) disegnerà Ghost Rider 2099 #1, che riporterà in scena il mitico Kenshiro “Zero” Cochrane su testi di Ed Brisson (Extermination), il quale ha dichiarato:

 

Rivisiteremo l’origine di Ghost Rider rendendo omaggio alla serie degli anni ’90, ma anche spingendo il personaggio verso nuove ed eccitanti direzioni. Ci saranno parecchi cammei per i lettori più attenti!

 

Ghost Rider 2099 #1, copertina di Valerio Giangiordano

 

Doom 2099 #1 sarà scritto nientemeno che da Chip Zdarsky e disegnato da Marco Castiello. Fresco di Joe Shuster Award come Miglior sceneggiatore, il primo ha dichiarato con la consueta ironia (oppure no?):

 

Ho adorato l’originale Doom 2099, quindi questo è davvero un progetto da sogno, il che aiuta a reinventarne il mondo. Nel nostro one-shot faremo del nostro meglio per tenerci stretto lo spirito della prima serie, con Victor Von Doom che riparte dal basso ma con alcune svolte inedite, come la sua sorprendente carriera Hip Hop nel 2099.

 

Doom 2099 #1, variant cover di Max Fiumara

 

Venom 2099 #1 sarà invece disegnato dal nostro Francesco Mobili (Absolute Carnage: Symbiote Spider-Man) su sceneggiatura di Jody Houser (Web of Black Widow), la quale nel descrivere la storia si è limitata a utilizzare una sola parola:

 

Aiuto.

 

Venom 2099 #1, copertina di Clayton Crain

 

2099 Omega #1, infine, chiuderà il progetto su testi del timoniere Spencer e i disegni di Gerardo Sandoval (New Avengers). Come potete vedere dalla copertina di Pat Gleason, Destino 2099 farà la parte del leone. Il futuro deve essere salvato, e di mezzo c’è un’azienda ben nota ai lettori delle storie ragnesche: l’Alchemax!

 

2099 Omega #1, copertina di Patrick Gleason

 

 

Fonte: Marvel

 

Consigliati dalla redazione