Con i comunicati sottostanti, l’organizzazione di Romics ha annunciato che Federico Bertolucci (Brindille) e Altan (La Pimpa) saranno premiati con il Romics d’oro alla prossima edizione, la ventiseiesima, in programma dal 3 al 6 ottobre.

Di seguito trovate tutti i dettagli:

 

 

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FUMETTO, ANIMAZIONE, CINEMA E GAMES

DA TOPOLINO A W.I.T.C.H, DA LOVE A BRINDILLE: LE TRE VITE DI FEDERICO BERTOLUCCI, ROMICS D’ORO DELLA XXVI EDIZIONE

 

Federico Bertolucci riceverà il Romics d’Oro nella XXVI edizione di Romics. Candidato agli Eisner Awards per lo straordinario lavoro compiuto conLove, Bertolucci è uno dei più importanti e talentosi disegnatori italiani. Brindille – l’avventurosa fiaba per lettori di tutte le età scritta da Frédéric Brrémaud e pubblicata in Italia da saldaPress – ne è la conferma, considerato il grande successo di critica e di pubblico ottenuto in Francia, in Italia e in diversi altri paesi. Ed è proprio grazie al sodalizio con saldaPress che nasce l’occasione di poterlo incontrare a Roma, durante la XXVI edizione di Romics.

Nato a Viareggio nel 1973, dopo gli studi artistici all’Accademia di Belle Arti, Bertolucci si dedica alla sua vera passione: i fumetti. Da sempre infatti le sue letture preferite sono le raccolte di Topolino, accumulate dal padre durante gli anni Sessanta e conservate in un vecchio baule in soffitta. Dal 1998 Bertolucci inizia a collaborare con Disney Italia su diverse testate, tra cui Topolino e W.i.t.c.h. Magazine, e frequenta l’Accademia Disney a Milano. Forte di uno stile eclettico e dinamico, alterna la carriera di fumettista a quella di illustratore, collaborando, tra gli altri, con Panini, Mondadori, Edizioni EL, il Sole 24ore, Mosaik, Mattel, CNR.

Nel 2007 realizza un fumetto per il mercato francese: Richard Coeur de Lion, in coppia con lo sceneggiatore Frédéric Brrémaud, un sodalizio che durerà nel tempo. Collabora con realtà quali Bamboo, Claire De Lune, Delcourt e Ankama. Proprio per Ankama crea insieme a Brrémaud la serie Love, pubblicata con successo in Francia, Stati Uniti e molti altri paesi, il cui punto di forza è la minuziosa accuratezza della rappresentazione degli animali, ottenuta grazie alla passione per il disegno di questi soggetti e a una costante documentazione. Ed è proprio per Love, che nel 2016 e nel 2017 Bertolucci è ben tre volte fra i nominati (due volte come Best Painter/Multimedia Artist, una per la Best U.S. Edition of International Material) agli Eisner Award. Con l’albo Love – The Fox vince la medaglia d’oro nella categoria miglior graphic novel per gli Indipendent Publisher Book Awards 2016. Il sodalizio artistico con Brrémaud lo porta a lavorare da Dupuis che lo chiama per la realizzazione di una storia breve dedicata allo storico personaggio Marsupilami e successivamente illustra Piccole Storie, serie per bambini, firmata anche questa in coppia con Brrémaud. In questa serie, dove i protagonisti sono sempre personaggi del mondo animale, il taglio è più didattico e meno crudo e le illustrazioni sono accompagnate da strisce “Perché la striscia […] è la forma di fumetto per eccellenza, non può essere riprodotta con altri mezzi che non siano carta e inchiostro. Intendo dire che l’emozione che ci dà la lettura dei Peanuts, per esempio, è ben diversa dai cartoni animati che in seguito ne sono stati tratti […]” (Dall’intervista di Alberto Brambilla su Fumettologica, 2017). La sua carriera continua così su tre fronti diversi, il fumetto Disney, la produzione francese e le illustrazioni per ragazzi con Mondadori, EL edizioni, il Battello a Vapore e altri editori italiani.

A Romics XXVI Federico Bertolucci presenterà in anteprima il cofanetto Brindille, in uscita per saldaPress, che raccoglie la saga completa dei due volumi scritti da Frédéric Brrémaud.

E proprio il personaggio di Brindille sarà protagonista a Romics della mostra dedicata a Bertolucci: un percorso espositivo focalizzato sull’ultimo capolavoro dei due autori, uno stupendo racconto, vibrante di colori, bellezza e contrasti, per lettori di tutte le età.

Brindille è realizzata in digitale e il percorso rivelerà tutto il lavoro e i passaggi per giungere alla tavola finita: dallo studio dei personaggi agli schizzi a matita, dalla creazione delle inquadrature ai vari livelli di colorazione del background e dei personaggi. Per immergersi in un’opera che ha incantato lettori di tutto il mondo.

 

Federico Bertolucci a Romics

 

 

Ad Altan, creatore de La Pimpa e maestro della satira italiana,

il Romics d’Oro della ventiseiesima edizione

Il fumettista presenta in prima nazionale a Romics Uomini ma straordinari, primo titolo di una serie di volumi in uscita per Coconino Press

Francesco Tullio Altan sarà celebrato con Il Romics d’Oro alla XXVI edizione di Romics Festival del Fumetto, Cinema, Animazione e Games, in programma dal 3 al 6 ottobre. Il famoso fumettista sarà uno degli ospiti d’onore di questa edizione per celebrare una carriera quarantennale nell’illustrazione e nel fumetto. Nato a Treviso nel 1942, nel 1975 si stabilisce prima a Milano e poi ad Aquileia, dove vive tuttora. Sempre nel 1975 realizza per il Corriere dei Piccoli il suo personaggio di maggior successo, La Pimpa, cagnolina a pois entrata nei cuori dei bambini di tutta Italia. Tale è stata la popolarità delle sue storie che Pimpa, dal 1987, conta un omonimo mensile tutto suo, pubblicato anche in Argentina e Turchia, e una serie animata ancora in programmazione sui canali Rai. Altan è celebre anche per i suoi romanzi a fumetti, realizzati a partire dagli anni ’70 per un pubblico più adulto, comparsi per la prima volta a puntate sulla rivista Linus diretta da Oreste del Buono. Dalle parodie di biografie storiche come Colombo e Franz alle ironiche rivisitazioni dell’avventura (Ada nella giungla, Macao, Sandokan), fino ad amare parabole contemporanee come Friz Melone e Cuori pazzi. Terzo e notissimo aspetto della sua produzione è la satira: le sue vignette sono state pubblicate su Panorama, Tango, Cuore e Smemoranda, e continua una pluriennale collaborazione con L’Espresso e La Repubblica.

A Romics Altan presenterà in prima nazionale Uomini ma straordinari, edito da Coconino Press che inizia con questo volume la pubblicazione integrale dei romanzi a fumetti di Altan, maestro d’ironia nel racconto dell’Italia passata e presente, uno degli autori più radicati nel nostro immaginario collettivo. In questo volume Altan racconta alla sua maniera vita e imprese di Cristoforo Colombo, San Francesco d’Assisi, Giacomo Casanova e di Ben, il quarto figlio di Noè. Irriverente e corrosivo, Uomini ma straordinari è il primo di una serie di volumi che presenterà a una nuova generazione di lettori l’arte di Altan: maestro di un’ironia tanto graffiante e dura quanto profondamente umana, appassionato difensore del dubbio e del libero pensiero contro ogni convenzione e autorità precostituita.

Altan sarà protagonista a Romics di un incontro con il pubblico, in programma domenica 6 ottobre dalle ore 14:45 alle ore 16:00 presso il Pala Romics – Sala Grandi eventi e proiezioni, pad.9.

La presenza di Altan a Romics è resa possibile grazie alla collaborazione con Coconino Press.

 

Altan a Romics

 

Consigliati dalla redazione