C’è un nuovo sceriffo in città o, più propriamente, l’anno prossimo ci sarà un nuovo team creativo alla guida di Batman, a seguito dell’addio (forzato) di Tom KingJames Tynion IV e Tony Daniel hanno rilasciato all’Hollywood Reporter, la loro prima intervista come sceneggiatore e disegnatore delle storie del Cavaliere Oscuro, ed ecco cos’è scaturito di gustoso e significativo dalle loro dichiarazioni:

 

Batman #85, copertina di Tony S. Daniel

Tynion – Ci sono così tante cose che mi spingono verso Batman. Davvero, sto ancora cercando di dar loro un’angolazione. Alcuni dei miei primi ricordi mi vedono bambino in costume da Batman per Halloween, o davanti alla televisione a guardare la serie animata quando mi era proibito. E poi la prima volta che ho letto Batman: Anno uno e ho capito cosa poteva essere il linguaggio del Fumetto.

Batman è i comics, una delle più straordinarie e antiche idee di questo ambiente, e c’è qualcosa di semplicissimo e affascinante nella storia di un uomo che ha vissuto il momento più difficile della propria vita quando aveva otto anni per poi trasformarsi in una macchina da combattimento in grado di prevenire quel genere di eventi che ha subito. Questo è quel che è diventato ed è il motivo per cui, quando è uscito Detective Comics #1000, mi sono fatto tatuare l’immagine del pipistrello che sfonda una finestra con il braccio.

Io e Tony abbiamo già lavorato assieme su Batman and Robin Eternal ed entrambi abbiamo convissuto con questi personaggi per un sacco di tempo e in diverse situazioni. Essere nuovamente qui a raccontarne le storie è straordinario, e sappiamo che c’è ancora molto da dire su di loro.

Daniel – Batman è il mio personaggio preferito in assoluto. Adoro lavorare su Gotham City e il passato di Bruce. Dal punto di vista di un disegnatore non c’è niente di meglio. Amo affrontare la sfida che Batman e Gotham rappresentano e tutti i personaggi vivissimi che gravitano attorno. Sono onorato di avere una storia così lunga legata a questa figura, e quando la DC mi ha spiegato quali fossero i piani di James sono stato davvero entusiasta.

 

Tynion promette grandi sviluppi per tutta la Bat-famiglia, che ha avuto sottomano ben più spesso di Batman sulle pagine di Detective Comics a seguito del rilancio Rinascita; questa, però, sarà la sua prima storia che vede Bruce Wayne al centro della scena, e non vede l’ora di mostrarla ai lettori.

 

Tynion – Ho scritto Detective Comics, ma tutti sanno che le storie principali dedicate al personaggio avvengono su Batman. se c’è qualche cambiamento dello status quo, è lì che verrà raccontato, non sulla serie secondaria. Ora che ho per le mani la testata centrale potrò narrare alcune delle storie più grandi della mia vita, quelle che ho nel cassetto da sempre. Ed è davvero entusiasmante.

Daniel – Entrambi vogliamo dar vita a una serie che chiunque possa iniziare e leggere tranquillamente, oggi come tra dieci anni, senza doversi recuperare intere annate di arretrati. Questo è il nostro obiettivo: una storia senza tempo. Sarà comunque radicata negli eventi che abbiamo visto in questi anni, terrà conto delle conseguenze dell’attuale storyline, City of Bane, importantissima sia per me che per James.

Tynion – Onestamente, abbiamo l’occasione di creare qualcosa di nuovo e di singolare. Questa è la meta: dar vita a una storia che abbia un senso di per sé, non necessariamente in dialettica con il recente passato o con i nostri lavori di cinque o dieci anni fa. Ovviamente, ci saranno dei riflessi, perché alcuni eventi enormi accadranno nel corso dell’anno e ridefiniranno il personaggio che avremo per le mani e il cast di supporto, ma ne terremo conto in un modo che permetterà ai lettori di avere per le mani una storia completa. Questo è davvero importantissimo per noi.

 

 

Fonte: Hollywood Reporter

 

Consigliati dalla redazione