Venerdì scorso sono stati annunciati i vincitori della quarantatreesima edizione dei prestigiosi Kodansha Manga Awards, i quali dal 1977 eleggono i migliori fumetti usciti in Giappone nei dodici mesi precedenti, che siano stati pubblicati dalla major giapponese – organizzatrice dell’iniziativa – oppure da una concorrente.

Le gratificazioni agli autori delle opere che trionfano nelle varie categorie includono un attestato, una statuetta di bronzo e una somma di denaro pari a un milione di Yen (poco più di 8.000 Euro).

Quest’anno, oltre ai riconoscimenti – andati esclusivamente a produzioni targate Kodansha – nelle sezioni Miglior Manga, Miglior Shonen (con un ex aequo) e Miglior Shojo, sono stati indetti due Premi  Speciali per commemorare i 110 anni di fondazione dell’editore nipponico, elargiti alle serie Kosaku Shima (1983), di Kenshi Hirokane, e a Hajime no Ippo (1989), di George Morikawa.

La giuria di questa edizione era composta da Ken Akamatsu (Love Hina, UQ Holder!), Oh! Great (Air GearBiorg Trinity), Tochi UeyamaAtsushi Kase, Akiko Hitashimura, Yuji Moritaka e Waki Yamato.

Andiamo a scoprire i titoli che si sono imposti quest’anno, tra i quali troviamo due già noti ai lettori italiani, grazie a Star Comics: To Your Eternity, di Yoshitoki Oima, e Perfect World, di Rie Aruga.

 

 

 

Fonte: Anime News Network

 

Consigliati dalla redazione