L’episodio The 87 Cent Solution! vede i protagonisti di DuckTales alle prese con un giallo che richiama alcuni elementi delle storie di Sherlock Holmes: il titolo è infatti una citazione de La soluzione sette per cento, mentre la trama ricorda quella di L’avventura del detective morente.

Insomma, come di consueto gli autori si sono divertiti a inserire citazioni e riferimenti, che analizziamo nella rubrica Behind DuckTales!

 

Dollerallergia. Una seria malattia causata dall’esposizione prolungata all’oro. I sintomi includono confusione, prurito, paranoia e comportamenti estremamente stravaganti. Può essere fatale.

 

La dollerallergia, di cui Paperon de’ Paperoni sembra soffrire, è apparsa per la prima volta nella storia Zio Paperone e la dollerallergia, di Carl Barks. Lo stesso concetto era stato ripreso ne Il tesoro del sole d’oro, il primo ciclo di episodi della serie originale di DuckTales.

 

Il sistema di sicurezza è operativo al 100% e pronto a scatenare la massima distruzione.

 

Durante i test di Archimede sul sistema di sicurezza vediamo Paperino attraversare un campo di forza. È una scena che richiama un frangente dell’episodio Armstrong, il robot della versione anni Ottanta, visibile anche nella sigla del cartone, dove accadeva lo stesso a Paperone.

 

Il demonio senza volto ha colpito ancora. Ha rubato le mie ghette! Ma ne ho fatte di nuove con queste scatole di fazzoletti che mi avete lasciato, giovanotti.

 

Il bizzarro utilizzo delle scatole di fazzoletti come calzature da parte di Paperone è ispirato dall’eccentrico comportamento di Howard Hughes, che faceva lo stesso per la sua fobia dei germi.

 

È tutta colpa di Chester, il folletto interdimensionale. Saltella da una realtà all’altra attaccandomi un po’ alla volta.

 

Il nemico immaginario (ma non troppo) da cui Paperone si sente attaccato ricorda Mister Mxyzptlk, il potente avversario di Superman in grado di manipolare la realtà a suo piacimento per fare scherzi a chiunque.

 

Owlson! Aiutami a salire su questa bara, così posso ballarci sopra!

 

Cuordipietra Famedoro irrompe al funerale di Paperone sulle note della canzone All I Do is Win, di DJ Khaled. Nel testo è presente il verso: “Got money on my mind, I can never get enough“, particolarmente azzeccato per descrivere entrambi i miliardari.

Famedoro è talmente soddisfatto dalla riuscita del suo piano da non rendersi conto che Paperone sarebbe morto a causa della malattia che lui stesso ha inventato.

 

Padroneggiando lo spazio e il tempo, ho immediatamente messo in atto il mio piano per derubare Paperone.

 

L’orologio congelatempo era già apparso nell’episodio Fuga nel tempo, della serie originale; un’invenzione di Archimede che i Bassotti utilizzavano per rubare il denaro del deposito di Paperone. Cuordipietra Famedoro vorrebbe fare lo stesso, ma riesce a portare via solamente qualche moneta…

 

BEHIND DUCKTALES – STAGIONE 1:

BEHIND DUCKTALES – STAGIONE 2:

 

Consigliati dalla redazione