Star Wars #68, copertina di Phil Noto

Usanza vuole che tutti i licenziatari che contribuiscono a tessere una parte dell’arazzo della storia galattica di Star Wars partecipino all’annuale Star Wars Celebration rivelando cosa hanno in serbo per lettori, spettatori e appassionati nell’anno che verrà.

In un’edizione come quella del 2019, conclusasi in queste ore, dove a farla da padrone sono state inevitabilmente le nuove produzioni cinematografiche e televisive, il filone fumettistico di Star Wars ha forse finito per passare in secondo piano. Solo in apparenza, tuttavia, dato che le novità che ci attendono nei mesi a venire sono numerose e interessanti. Se di carenza si può parlare, è solo a livello di annunci: solo un nuovo progetto starwarsiano a fumetti è stato annunciato in sede di Celebration.

Tuttavia, molti sono i dettagli che sono emersi sulle novità annunciate in precedenza, di cui i vari convenuti come lo sceneggiatore Greg Pak (Planet Hulk), il responsabile del Lucasfilm Story Group Matt Martin e l’Assistant Editor Tom Groneman hanno potuto rivelare in occasione dell’evento.

Ad aprire il fuoco è stata la ventura miniserie Star Wars: Galaxy’s Edge, destinata a regalare una storia e un background all’avamposto della Black Spire che i visitatori dei parchi Disney potranno ammirare a partire dall’autunno prossimo.

 

Martin – Siamo partiti da una banda criminale che vuole mettere a segno un colpo per impossessarsi di un oggetto specifico. Da lì abbiamo sviluppato una serie di collegamenti ad alcuni personaggi di Star Wars molto famosi, è stato molto divertente.

 

Il ciclo di storie Age of Rebellion è invece il dominio di Pak, che non a caso, dopo avere firmato una serie di one-shot sugli eroi e sui malvagi più popolari della trilogia classica, prenderà le redini della serie principale assieme all’artista Phil Noto (Poe Dameron), di cui vi proponiamo le prime tavole in coda all’articolo. Tra i singoli albi di Age of Rebellion, Pak specifica che ha a cuore in modo particolare quello di Boba Fett, illustrato da Mark Laming:

 

Pak – Lo abbiamo realizzato come se fosse un western a tutti gli effetti. Una storia western su un cacciatore di taglie spietato. Credo che Boba Fett dica tre parole in tutto l’albo. Tutti hanno un’idea diversa delle sue… motivazioni.

 

A fargli da controparte sarà il one-shot dedicato a Han Solo, disegnato da Chris Sprouse (Tom Strong):

 

Pak – È ambientato poco dopo Una Nuova Speranza. Han e Chewie sono a bordo del Falcon, pronti a decollare. Contemplano quella distesa stellata, come per dire “Possiamo andare ovunque!”, ma non hanno nessun posto dove andare. Poi arriva Luke che gli chiede: “Avrei bisogno di un favore…” e Han ovviamente non gli nega il suo aiuto.

 

Il ciclo di Age of Rebellion proseguirà con i one-shot dedicati ai cattivi Tarkin, Boba Fett e Jabba, per culminare con quelli dedicati ai due “campioni” delle rispettive fazioni, Luke e Darth Vader, che chiudono il progetto in modo simmetrico e interessante.

Star Wars: Age of Rebellion - Tarkin #1, copertina di Terry Dodson

Chiuso il ciclo di Age of Rebellion, il testimone passerà a Tom Taylor, che curerà i one-shot dedicati ai protagonisti di Age of Resistance. A parlare a nome dell’autore alla Celebration di Chicago, Groneman, che ha annunciato gli albi dedicati a Finn, Rey, il Capitano Phasma, Poe e il Generale Hux. In più, in uno speciale di più pagine, Age of the Resistance Special, troveranno posto personaggi come Holdo, BB-8 e Maz Kanata.

A chiudere la carrellata, l’unica novità inedita annunciata in sede di Celebration: Target Vader, miniserie di sei numeri firmata da Robbie Thompson (Spider-Man/Deadpool) e Marc Laming (Doctor Aphra) che nasce dal filone Legends, di cui ripropone il personaggio del cacciatore di taglie cyborg di nome Valance, ossessionato dall’idea di vendicarsi di Vader. Valance e la sua ciurma si cimenteranno nella missione impossibile di dare la caccia agli Oscuri Signori dei Sith.

Resta solo da specificare che la trilogia Age of Star Wars è considerata dalla Marvel il “punto di svolta” destinato ad inaugurare una “seconda era” delle avventure di Star Wars a fumetti, quindi è lecito credere che altro ancora bolla in pentola, e che a tempo debito altri annunci giungeranno. Annunci che, naturalmente, non mancheremo di darvi in queste pagine, memori degli insegnamenti di Yoda: “Sempre in movimento è il futuro!

 

 

 

Fonti: CBR | Marvel

 

Consigliati dalla redazione