Come annunciato al C2E2 2019, il prossimo luglio, la Marvel lancerà una nuova serie regolare intitolata Valkyrie, scritta da Jason Aaron (Thor) e Al Ewing (Immortal Hulk).

Dopo gli eventi di War of the Realms #2, in cui la Valchiria classica Brunilde è morta (a seguito di altri due lutti non da poco), la Casa delle Idee ha svelato che l’eroina che ne raccoglierà l’eredità, diventando protagonista della nuova testata, sarà Jane Foster.

L’editore di New York ha mostrato ai lettori la copertina del numero #1 firmata da Mahmud Asrar, alcune tavole realizzate da Cafu (Action Comics) e il character design del personaggio, ideato da da Russell Dauterman (Mighty Thor).

Per l’occasione, il sito ufficiale Marvel ha raccolto alcune dichiarazioni di Ewing. Vi ricordiamo che Valkyrie è il terzo progetto a scaturire dagli eventi di War of the Realms.

 

Valkyrie #1, copertina di Mahmud Asrar

Al termine di War of the Realms #2, le valchirie sono morte. E il Valhalla è andato. Questo perché senza almeno una guerriera che assuma il ruolo e il nome di Valchiria non può esserci alcun Valhalla. E, ovviamente, il fatto che sia in arrivo una nuova serie intitolata Valkyrie significa che qualcuno dovrà raccogliere il testimone… e si tratta di una persona che molti lettori non vedevano l’ora di rivedere in azione… Jane Foster!

È diversa dalla precedente Valchiria. Brunilde potrà essere occasionalmente consultata, ma non fa più parte del mondo dei vivi… quindi Jane è perlopiù sola. Detto ciò, ha qualcosa di mai visto prima nel mondo di Asgard: Undrjarn the All-Weapon, forgiata nel fuoco della Guerra dei Reami, in grado di cambiare la sua forma e trasformarsi in qualsiasi cosa di cui il portatore abbia bisogno… anche in delle ali! Il che non significa necessariamente che non ci saranno altri cavalli volanti, ma sto correndo troppo…

In Valkyrie #1 c’è questa battuta: “Thor è un dio, la Valchiria è un lavoro“. Jane sa come essere Thor, ma il ruolo di Valchiria – la guerriera che combatte per i vivi e per i morti, frapponendosi tra loro – è qualcosa di molto diverso. È un incarico sacro e porta con sé delle abilità – e responsabilità – aggiuntive.

Come prima di una nuova generazione di Valchirie, Jane dovrà decidere da sola cosa implichi questo dovere, aspetto che sarà una parte importante di ciò che esploreremo in questa serie.

Se state leggendo queste parole, sapete chi è Valchiria, ma ciò che lei è sarà una delle più grandi fondamenta filosofiche della serie.

 

 

 

Fonte: Marvel

 

Consigliati dalla redazione