Non è passato molto dacché vi abbiamo riportato le ultime dichiarazioni di Tom King sui suoi piani riguardo a Batman. Newsarama ha invitato lo sceneggiatore ad addentrarsi con più precisione nei dettagli di City of Bane, il ciclo narrativo che si concentra sul letale nemico del Pipistrello e che rientra nei grandi piani della DC Comics per il progetto Year of the Villain.

 

Batman #75, copertina di Tony Daniel

Bane non ricompensa i suoi uomini. Non è quel genere di leader. Tutti si conformano alle sue richieste e nulla più. Credo sia una descrizione più fedele del personaggio.

Lo Psico-Pirata sarà una parte importante della storia. Quando è in circolazione, è come una bomba atomica. Grazie a lui, si può controllare chiunque. La storia dell’Universo DC ha dimostrato che i suoi poteri hanno effetti anche sulle entità più potenti. Credo che l’unica persona che sappiamo immune alle sue abilità sia il Ventriloquo, che è un altro degli alleati di Bane.

Cosa lega questo gruppo di criminali, che chiamo così solo per una mancanza di termini migliori, sarà svelato in The Fall and The Fallen, quindi piuttosto presto. Prima del numero #75 sarà tutto chiaro. Saprete perché Bane ha agito come abbiamo visto nei settantaquattro albi precedenti.

Siamo a un momento estremamente climatico. Siamo arrivati al… so che ora vi sembrerò un nerd all’ultimo stadio… al momento in cui Wolverine, nella cantina del Club Infernale, dice: “Ora è il mio turno”. O alla scena in cui Daredevil dice: “Kingpin, non avresti dovuto firmare”. Quel genere di momento. Bane ha portato via tutto a Batman, l’ha messo a terra. Ma, come abbiamo visto nel corso della serie, Batman è uno che si rialza e dice: “Sono ancora qui”.

Tutta la mia storia ruota attorno alla risoluzione del terribile finale di Batman #50. Tutti i miei cento numeri parlano di quello, che è stato il punto più basso per Bruce. Aspettate di vederlo al suo apice.

 

Dopo Knightmares, l’arco narrativo appena concluso, vedremo Jorge Fornes e Mikel Janin all’opera su The Fall and the Fallen, con un ritorno, secondo King, delle atmosfere visive del Batman di Alex Toth, grazie al primo dei due artisti.

Il numero #75 segna invece il ritorno di Tony Daniel, che lo sceneggiatore considera al meglio della forma in assoluto, alle matite. Dopodiché, Clay Mann tornerà a disegnare la serie, terminato il suo impegno su Heroes in Crisis.

 

 

 

Fonte: Newsarama

 

Consigliati dalla redazione