Sono passati tre mesi dall’episodio precedente di DuckTales, e ne trascorreranno altri due prima di poter vedere la puntata successiva (ahinoi, in programma per il prossimo 4 maggio) perciò le aspettative dei fan su Whatever happened to Della Duck! erano inevitabilmente alte.

Come si può intuire dal titolo, che omaggia il film Che fine ha fatto Baby Jane?, scopriamo finalmente cos’è successo alla madre di Qui, Quo e Qua, mistero introdotto già nell’episodio pilota, per poi svelare nel finale della prima stagione il suo arrivo sulla Luna.

 

Sì! Gommossigeno da masticare!

 

Il gommossigeno era stato creato per DuckTales: Remastered, il remake del 2013 del classico videogioco per Super Nintendo. Archimede proponeva a Zio Paperone delle gomme da masticare che permettevano di respirare anche in assenza di ossigeno, dando così una spiegazione razionale a come il protagonista potesse camminare liberamente sulla superficie lunare, dov’è ambientato l’ultimo livello.

 

Ok, ehi, Zio Paperone. O Paperino. O letteralmente chiunque possa sentirmi. Qui è Della Duck!

 

Della Duck tiene il conto dei giorni con un video-diario quotidiano, nel quale cerca di tenere un atteggiamento leggero e spensierato, nonostante la situazione problematica. Queste sequenze ricordano il film Sopravvissuto – The Martian, diretto da Ridley Scott.

Dopo pochi istanti, Della mostra con orgoglio la gamba meccanica che si è costruita da sola, lasciando intendere di essersi mozzata da sola l’arto rimasto bloccato sotto l’astronave.

 

Tanti auguri a voi, tanti auguri a voi, tanti auguri ai miei ragazzi, tanti auguri a voi!

 

Della mostra molti elementi del carattere in comune con i suoi figli, Paperino o Paperone: la scena più esemplare da questo punto di vista è quando cerca inutilmente di soffiare sulla candela della torta di compleanno, immergendola poi nel dolce per spegnerla; la stessa gag avveniva nel cortometraggio Il compleanno di Paperino.

 

Miei dolci bambini, guardate le stelle
La vita è così piena
di cose strane e belle
Affrontate ogni nuovo sole
con occhi chiari e sinceri
senza paura dell’ignoto
perché con voi lo affronterò

 

La prima apparizione di Della in The Shadow War – The Day of the Duck è accompagnata da un frammento del Moon Theme del videogioco DuckTales. Pur essendo nato all’interno di un prodotto collaterale, questo brano è senza dubbio una delle musiche più celebri del franchise, seconda solo alla sigla del cartone animato. Gli autori del reboot hanno deciso di integrarla nella serie televisiva, prima come colonna sonora delle passeggiate lunari di Della, poi addirittura scrivendone il testo e trasformandola nella ninna nanna che lei cantava alle proprie uova.

 

Abbiamo combattuto gli acari lunari per interi cicli, e tu sei riuscita a respingerli, non attraverso la battaglia ma con la compassione…

 

L’aspetto degli acari lunari ricorda quello degli Ohmu di Nausicaä della valle del vento, film d’animazione diretto da Hayao Miyazaki. Questa similitudine è ancor più evidente quando le creature si calmano, visto che in entrambi i casi i loro occhi cambiano colore (da rossi diventano blu). Sia Della che Nausicaä, inoltre, salvano un cucciolo della specie, ottenendo la riconoscenza degli esemplari adulti.

 

BEHIND DUCKTALES:

 

Consigliati dalla redazione