Dennis Hallum, noto finora perlopiù come Dennis Hopeless, è lo sceneggiatore, per le matite del nostro Michele Bandini, della miniserie Marvel’s Spider-Man: City at War.

Su questa storia, che narra a fumetti la trama del recentissimo e apprezzato videogioco Insomniac sul personaggio uscito in esclusiva per PlayStation, si è già espresso Bill Rosemann, direttore esecutivo della divisione games della Casa delle Idee.

La vicenda, probabilmente, la conoscete: Spidey ha finalmente l’occasione di arrestare Wilson Fisk in collaborazione con la polizia di New York, ma l’assenza di Kingpin nelle strade apre all’ascesa di Mister Negativo come nuovo boss del crimine cittadino.

Ecco cosa ha dichiarato lo sceneggiatore in merito alla miniserie, che debutta con il primo numero il 20 marzo negli Stati Uniti:

 

Spider-Man: City at War #1, copertina di Clayton Crain

Prima di tutto, questa sarà una classica storia di Spider-Man. Peter Parker sarà strattonato da cinque direzioni diverse, nel tentativo di tenere in equilibrio la vita da super eroe, il lavoro alle Industrie Octavius, i debiti che crescono e la sua sempre complessa relazione con la sua ex ragazza, Mary Jane. Un sacco di responsabilità persino per uno come Peter, che sembra fallire altrettanto spesso di quanto ha successo. Nel frattempo, un nuovo criminale sembra essere destinato a portare un caos infernale sopra New York.

Marvel’s Spider-Man: City at War è un progetto molto particolare, perché è in parti uguali introduzione ed esplorazione. Abbiamo adattato la storia enorme del videogioco in sei albi, ma questo non è che il punto di partenza. Infatti presenteremo ai lettori anche un intero nuovo universo narrativo di Spider-Man, addentrandoci molto più di quanto abbia fatto il gioco. Il nostro obiettivo è sia di essere piacevoli per chi ha giocato che per i lettori che non hanno mai tenuto in mano un controller.

Il gioco è davvero molto appassionante, spettacolare e pieno di storia. Giocandoci, hai proprio la sensazione di essere Spider-Man. Hanno fatto tutti un gran lavoro nel cercare di reimmaginare il suo mondo e gli affascinanti personaggi che lo abitano. Ci introduciamo nella mente di Peter Parker e diamo un’occhiata in giro. Mary Jane racconta una parte della storia dal suo punto di vista, per un po’ siamo nei panni d Miles Morales. C’è un sacco di azione interessante e il gioco si fa molto personale. Noi abbiamo aggiunto la nostra impronta a queste componenti.

 

Hallum, amante dei videogiochi non ha molto tempo per frequentarli, ma Marvel’s Spider-Man lo ha preso parecchio. Ha quindi un’idea molto precisa del legame fra il fumetto e la trama del prodotto videoludico tra cui c’è, a sua detta, un rapporto molto stretto, ma anche differenze consistenti.

 

Sin da subito ho capito che la vera sfida era scrivere una versione della storia che potesse appassionare anche i giocatori del videogioco: cosa può fare un fumetto che per la versione di partenza non è possibile? La risposta sta tutta nei personaggi. Il gioco vi dà un assaggio di chi sono le persone nella vita di Peter. Il fumetto ci permette di portarli in vita anche di più e di stare con loro più a lungo nel loro spazio personale, lasciando che l’inquadratura li segua o si sposti in una direzione completamente nuova.

Una delle cose divertenti che faremo nei primi numeri è cambiare il punto di vista, non ci sarà solo quello di Peter. Chi ha avuto il gioco per le mani sa che anche Miles e MJ sono personaggi giocabili in alcune missioni. Abbiamo preso quell’idea e l’abbiamo ampliata. Il secondo albo si concentra su Miles e ci mostra alcuni grandi momenti dalla sua prospettiva. Il terzo dà a Mary Jane il proscenio. Peter è chiaramente ancora il protagonista principale.

I disegni di Michele Bandini sono davvero splendidi. C’è Kingpin in tutta la sua potenza, Norman Osborn che tira le fila e c’è Peter che spera di riconquistare Mary Jane. In questa storia vedrete tutto quello che amate sul personaggio di Spider-Man, ma in una nuova e interessante versione. Michele ha colto alla perfezione l’ampiezza mozzafiato del mondo del gioco, con grande stile e con grande energia. I lettori saranno spazzati via dalle sue tavole. Ogni fan di Spider-Man dovrebbe dare un’occhiata a questa miniserie. Stiamo mettendo assieme un mondo entusiasmante basato su un prodotto che è già un grande successo, amatissimo da tutti. C’è la possibilità che questa sia una grande storia.

 

 

 

Fonte: Marvel

 

Consigliati dalla redazione