Il nuovo numero del catalogo Preview ci introduce alle novità targate Sergio Bonelli Editore che potremo leggere il prossimo aprile. Andiamo a scoprirle insieme:

 

I Bastardi di Pizzofalcone, copertina di Daniele Bigliardo

– Non possiamo non cominciare dal nuovo fumetto basato su un lavoro di Maurizio De Giovanni, vale a dire la trasposizione de I Bastardi di Pizzofalcone, che da alcuni giorni ha innescato notevole interesse e accese discussioni sul web per la sorprendente interpretazione scelta dalla casa editrice milanese: il mondo dell’Ispettore Giuseppe Lojacono verrà infatti reinterpretato in una dimensione narrativa inedita, dove i personaggi sono animali antropomorfi. Affidato ai testi di Claudio Falco Paolo Terracciano, e ai disegni di Fabiana Fiengo, il cartonato (19 x 26 cm, 144 pp., col., 19,00 Euro) arriverà sugli scaffali tra due mesi.

– Dopo Vietnam, ecco il secondo volume di Mister No Revolution, intitolato California (22 x 30 cm, C, 144 pp., col., 21,00 Euro), che raccoglierà le storie precedentemente uscite in edicola Sognando California (Mister No Revolution 3, febbraio 2019) e Qualcuno da amare (Mister No Revolution 4, marzo 2019). Terminata la guerra, Michele Masiero, Alessio Avallone, Giovanna Niro e Stefania Aquaro riportano Jerry Drake in America, nella San Francisco di fine anni ’60.

– Sempre ad aprile giungerà in edicola il quinto brossurato di Mister No Revolution, che apre il terzo e ultimo storyarc dell’ambizioso progetto, vale a dire Dammi rifugio (17 x 23 cm, B, 64 pp., col., 3,50 Euro), disegnato da Matteo Cremona.

– Per il circuito delle fumetterie e delle librerie di varia, un libro imperdibile per ogni appassionato del Figlio del Diavolo è certamente Dampyr: Nuovo gotico italiano (16 x 21 cm, B, 496 pp., b/n, 15,00 Euro), la seconda raccolta degli episodi della serie regolare, dopo Incubi Italiani, ambientata nel Bel Paese; parliamo delle due storie doppie La maledizione di Varney (Dampyr 52, luglio 2004) e I misteri di Napoli (Dampyr 53, agosto 2004), di Mauro Boselli e Stefano Andreucci, oltre a La corona di ferro (Dampyr 144, marzo 2012), Il demone delle cose perdute (Dampyr 145, aprile 2012), di Boselli e Majo, e l’avventura autoconclusiva La monaca (Dampyr 160, luglio 2013), di Falco e Nicola Genzianella.

– Merita una citazione, l’inedito di aprile di Dampyr, dall’inquietante titolo che lascia presagire una sorte scioccante per l’amico fraterno del protagonista: Kurjak, il vampiro (16 x 21 cm, B, 96 pp., b/n, 3,50 Euro), di Giovanni Di Gregorio e Fabio Bartolini.

– Il Dylan Dog Magazine 2019 (16 x 21 cm, B, 176 pp., b/n + col., 6,90 Euro) conterrà, secondo consuetudine, due racconti scritti da Alberto Ostini: Dal mio sangue, illustrato da Giulio Camagni, e La scacchiera di Dio, affidato all’arte di Giorgio Pontrelli.

– Il 31° Speciale Zagor (16 x 21 cm, B, 160 pp., b/n, 5,90 Euro), intitolato Il libro delle ombre, che rimanda immediatamente al testo principale della tradizione wicca, sarà scritto da Mirko Perniola e disegnato da Fabrizio Russo.

– Veniamo alle tre storie del Nathan Never Maxi 17 (16 x 21 cm, B, 288 pp., b/n, 6,90 Euro): Nemici invisibili, di Riccardo Secchi e Mario Rossi; Le montagne della paura, di Andrea Garagiola e Paolo Di Clemente; Scambio di vite, di Giovanni Gualdoni e Gino Vercelli.

– Concludiamo con il terzo e ultimo appuntamento – almeno per ora – con Le copertine di Tex Gigante, a cura di Gianni Bono; dopo quelle del 1958 – 1980 e quelle del 1980 – 1999, è la volta del volume sugli anni 2000 – 2018 (18 x 25 cm, C, 336 pp., col., 28,00 Euro).

 

 

Consigliati dalla redazione