Nell’intervista pubblicata sul numero di dicembre della rivista Animedia, i registi della terza stagione dell’anime L’Attacco dei Giganti, tratto dall’omonimo manga di Hajime Isayama, hanno parlato della prima parte e anticipato qualche dettaglio sulla seconda, che esordirà nell’aprile di quest’anno.

Dopo aver discusso di quali saranno i punti chiave che terranno i fan incollati allo schermo, Tetsuro Araki e Masashi Koizuka hanno commentato una particolare scena inserita durante la sigla finale nell’ultimo episodio andato in onda: un flashfoward che riguarda l’arco narrativo del ritorno a Shiganshina, il quale però non ha un’effettiva connessione diretta con il punto della storia dal cui la serie riprenderà in primavera.

Quando è stato chiesto ai due registi come mai abbiano scelto proprio quella scena, Araki ha risposto che l’idea non è stata loro:

 

[Vedendo quella scena] Tutti avranno pensato: “Cosa diavolo sta succedendo?”. La prima parte si è conclusa con il Corpo di Ricerca che inizia la sua marcia verso il Wall Maria, ma abbiamo pensato che fosse un finale un po’ troppo tranquillo. Non appena abbiamo detto che volevamo rendere le cose un po’ più vivaci, Hajime Isayama ci ha suggerito: “Perché non animate quella scena?”. Se Isayama non ce lo avesse consigliato, probabilmente non avremmo adattato quel momento in forma di anteprima.

 

Ai due è stato poi chiesto quali saranno i personaggi che sorprenderanno di più gli appassionati negli episodi a venire:

 

Araki – Penso sia Erwin, perché la sua vera natura, che stavano ribollendo appena sotto la superficie, sta per venire alla luce. Attraverso le cose che sta celando potremo vedere la sua umanità e la sua tristezza.

Koizuka – Credo che sarà Armin. Nell’episodio 49, mentre parlava con Eren e Mikasa, tutt’a un tratto ha ricordato che le ragioni per cui Eren è entrato a far parte del Corpo di Ricerca sono diverse dalle sue. Questa scoperta improvvisa, questo piccolo nodo nel suo cuore come influenzerà la loro relazione di lì in poi? Il modo in cui la trama prosegue a partire da quel punto rappresenta una ragione significativa per continuare a seguire la serie.

 

L'Attacco dei Giganti

I registi hanno concluso l’intervista affermando che ciò che trovano davvero geniale nelle sceneggiature di Hajime Isayama è la sua capacità di partire da elementi piccolissimi per poi farli esplodere in enormi conflitti. Koizuka ha infine sottolineato che, soprattutto per quanto riguarda i personaggi più giovani, le più piccole discrepanze tra loro si evolveranno con la loro maturazione, in uno sviluppo piuttosto profondo delle loro personalità.

Sempre riguardo alla seconda parte della terza stagione, il compositore Hiroyuki Sawano ha recentemente svelato su Twitter di essere al lavoro sulle musiche dei prossimi episodi! Negli scatti condivisi da Sawano è possibile vedere la nuova cantante parte dello staff, Eliana, insieme ad Araki e Koizuka, in visita allo studio di registrazione.

Le prime due stagioni dell’adattamento animato sono state trasmesse rispettivamente nel 2013 e nel 2017. L’anime è disponibile gratuitamente su VVVVID, mentre la versione home video è curata da Dynit.

Il manga di L’Attacco dei Giganti viene pubblicato dal 2009 su Bessatsu Shonen Magazine, rivista nipponica edita da Kodansha. In Italia, la serie a fumetti è edita da Planet Manga, che ha da poco iniziato a riproporla nella lussuosa Colossal Edition.

 

 

 

 

Fonti: SnKNews | Comicbook

 

Consigliati dalla redazione