Il Rat-Man enigmistico

Poco prima dell’adozione delle due figlie in Colombia, nel 2009 Leo Ortolani si concedeva esperimenti e progetti originali che richiedevano un quantitativo di tempo e impegno superiore a quello necessario alla realizzazione di un normale albo a fumetti. Nasce così Il Rat-Man Enigmistico, parodia di La Settimana Enigmistica uscita in edicola emulandone il formato e la carta.

Il progetto è stato realizzato assieme al Ragguardevole Duo, composto da Michele Ampollini e Marcello Cavalli, che aveva da poco collaborato con Ortolani per la serie animata di Rat-Man. Attraverso cruciverba, vignette, barzellette e quiz, il lettore si trova tra le mani una vera rivista d’enigmista permeata di umorismo demenziale e riferimenti all’universo del super eroe in calzamaglia gialla.

Il contenuto più attraente è certamente la storia a fumetti Che ci sia l’intelligenza!, realizzata per l’occasione da Ortolani: si tratta di un racconto di sedici tavole, senza una vera e propria trama, che vede Rat-Man alle prese con il suo cervello.

Tra le idee scartate dall’autore:

– Un esperimento a cui il super eroe si sottopone per diventare più intelligente. Il cervello, però, si risveglia e diventa il crudele Cervellax, pronto a conquistare il mondo, ma viene sconfitto tramite un bombardamento di trasmissioni televisive ignoranti.

– Il tentativo del protagonista di conquistare una donna intelligente, che però sceglie gli uomini solo in base alla bellezza.

– Una serata passata da Rat-Man in compagnia del suo cervello, dopo anni di lontananza, salvo poi salutarsi e proseguire ognuno per la sua strada.

La vicenda definitiva è – se possibile – ancor più scarna al fine di lasciare spazio alle gag, volutamente il principale motore di un episodio all’insegna della leggerezza. Pur essendo veicolato dalla risata, il fumetto si congeda dal lettore con un’immagine a suo modo poetica: Rat-Man che gira con il cranio aperto come se portasse a spasso il cervello, attaccato con una presa elettrica.

 

CHRONO RAT-MAN:

 

Consigliati dalla redazione