Mancano poco più di nove mesi all’uscita del trentottesimo volume a fumetti di Asterix, il quarto scritto da Jean-Yves Ferri e illustrato da Didier Conrad. Il disegnatore sta completando in questi giorni lo storyboard e prevede di ultimare le tavole definitive entro giugno, in tempo per la pubblicazione francese del 24 ottobre.

Rispettando l’alternanza ormai consolidata tra storie “interne” e viaggi, dopo Asterix e la corsa d’Italia la nuova avventura sarà interamente ambientata nei confini del villaggio. Al momento solamente dieci persone al mondo conoscono il titolo e la trama, ma il settimanale francese Le Journal du Dimanche ha pubblicato una prima anteprima commentata dallo sceneggiatore Ferri:

 

Asterix

 

Raramente c’è stato così tanto segreto attorno a un nuovo volume di Asterix. Siamo davanti alla capanna del capovillaggio, di sera, quando vediamo arrivare tre misteriosi visitatori. Osservando bene, potreste già dedurre alcune cose… Ricordate che una persona molto importante sta arrivando al villaggio.

 

Per quanto riguarda la segretezza e le poche informazioni disponibili sul nuovo volume, il mese scorso Albert Uderzo aveva dichiarato di aver imposto a Ferri e Conrad, a metà della lavorazione, di ricominciare tutto per cercare un’idea più forte per la storia. Questa decisione avrà probabilmente portato a un ritardo sulla tabella di marcia, ma possiamo comunque cercare qualche indizio in quel poco che è stato mostrato nella vignetta abbozzata.

Asterix vol. 38, tavola promozionale

La frase pronunciata dall’ultimo personaggio che sta entrando nella capanna, “Tenchion ton cachque“, ha un’abbondanza di “ch” e ricorda la parlata gergale di Alambix, personaggio apparso nella storia Asterix e lo scudo degli Averni. Quell’avventura era incentrata sullo scudo di Vercingetorige, deposto dal condottiero gallo ai piedi di Giulio Cesare per sancire la sua sconfitta al cospetto dell’esercito romano. La nuova storia avrà in qualche modo a che fare con lo scudo e con le battaglie di Gergovia e Alesia?

Qui a fianco potete vedere una tavola appositamente realizzata per promuovere il nuovo volume (probabilmente non sarà presente nella storia), nella quale Panoramix tiene una lezione ai bambini. Il druido accenna all’arrivo nel villaggio di un personaggio gallico molto importante, anche più famoso di Asterix e Obelix. E se si trattasse di Vercingetorige?

Le avventure di Asterix sono ambientate attorno al 50 a.C., mentre l’eroe gallo secondo i libri di storia è morto nel 46 a.C., dunque una sua apparizione non è da escludere. Si tratta solo di una nostra ipotesi, ma considerando la possibilità che questa sia l’ultima storia a fumetti della serie (sempre secondo l’intervista a Uderzo del mese scorso) sarebbe senza dubbio un modo sensazionale per concludere le avventure degli irriducibili Galli.

Ricordiamo che, in occasione del sessantesimo anniversario del fumetto, da pochi giorni è stata lanciata una nuova collana di allegati da edicola dedicata ad Asterix, mentre il prossimo marzo uscirà nei cinema italiani il film animato Asterix e il segreto della pozione magica.

 

 

Fonte: Le Journal du Dimanche

 

Consigliati dalla redazione