La DC Comics ha comunicato di aver posticipato a data da destinarsi uno dei titoli più attesi della linea Black Label: The Other History of the DC Universe, scritto dallo sceneggiatore John Ridley, vincitore di un premio Oscar per il film 12 anni schiavo.

È il secondo slittamento per la miniserie originariamente prevista per l’inverno del 2018 e poi rimandata a gennaio 2019. A seguito di questo nuovo rinvio, non ci è dato sapere quando l’opera prenderà il via, né le motivazioni dietro questi ritardi.

Di seguito, vi proponiamo la sinossi e la copertina di The Other History of the DC Universe #1.

 

The Other History of the DC Universe #1, copertina di Alex Dos Dias

Lo sceneggiatore premio Oscar John Ridley (12 anni schiavo, Let It Fall: Los Angeles 1982 – 1992) esamina la mitologia dell’Universo DC in questa strabiliante e nuova miniserie che va a rivisitare i momenti iconici della sua storia andando a tracciare un sentiero sociopolitico precedentemente inesplorato, analizzato dalla prospettiva degli eroi DC minori.

Questa nuova e unica serie presenta la sua storia in una prosa scritta da Ridley, combinata con le meravigliose illustrazioni a colori di una selezione di incredibili artisti e disegnatori. Alex Dos Dias si occupa dei disegni per il numero #1, che segue la storia di Jefferson Pierce, l’uomo un giorno destinato a divenire Fulmine Nero, mentre riscrive la sua vita da campione di atletica a insegnante e, alla fine, ascende al ruolo di eroe.

I numeri seguenti si concentreranno su personaggi come Karen e Mal Duncan, Tatsu Yamashiro e Renee Montoya.

Ricercatissima e elegantemente realizzata, The Other History of the DC Universe promette di essere un’esperienza diversa da tutte le altre. Potreste pensare di conoscere già la storia dell’Universo DC… ma la verità è molto più complessa. The Other History of the DC Universe non racconta di come si fa a salvare il mondo ma della forza di essere semplicemente chi siamo davvero.

 

he Other History of the DC Universe

 

 

Fonte: Newsarama

 

Consigliati dalla redazione