Paperino si sta ritagliano sempre più occasioni in DuckTales per dimostrare le sue (ben note) potenzialità: dopo il finale della prima stagione, in cui lo abbiamo visto più eroico che mai, The Town Where Everyone Was Nice! è un intero episodio a lui dedicato, nel quale si ricongiunge con delle vecchie conoscenze…

 

Io ero uno dei Tre Caballeros.

 

Paperino rivela ai nipotini di aver fatto parte della band musicale I Tre Caballeros, protagonista dell’omonimo film d’animazione in cui riceve per il suo compleanno dei regali dai suoi amici sudamericani. José Carioca, introdotto nel film Saludos Amigos, è un pappagallo brasiliano che ha una grande popolarità nel suo Paese d’origine, addirittura pari a quella di Paperino nei fumetti. Nelle storie cartacee vive nella periferia di Rio, assumendo identità fittizie e inventando stratagemmi per fare colpo sulle ragazze, pranzare gratis in costosi ristoranti e sfuggire ai creditori. Panchito Pistoles è invece un gallo messicano, abituato a sfoderare le sue pistole e a cavalcare il suo cavallo Señor Martinez.

 

Ah-ha, saludos amigos!

 

Il saluto che Panchito rivolge a Qui, Quo, Qua e Gaia è un riferimento al sopracitato film del 1942, la prima visita di Paperino in America Latina, durante la quale fa la conoscenza di José Carioca. Sarà il successo di questa pellicola (in cui Panchito è però assente) a far entrare subito in produzione I Tre Caballeros, uscito solo due anni dopo.

 

Questo weekend, i tre caballeros cavalcano ancora!

 

La frase pronunciata da Panchito è un riferimento alla storia I Tre Caballeros cavalcano ancora, di Don Rosa, l’unica volta in cui l’autore del Kentucky ha inserito nei suoi fumetti dei personaggi non creati da lui stesso o da Carl Barks.

 

Be’, sto cercando di ottenere la medaglia per l’improvvisazione teatrale.

 

Quo accetta di aiutare Paperino nel mentire a José e Panchito, con l’obiettivo di ottenere la medaglia delle Giovani Marmotte per l’improvvisazione teatrale. Dopo che suo zio afferma di essere miliardario e di possedere le Industrie De’ Paperoni, le prime parole che il giovane papero pronuncia sono “Sì, e…”, una formula frequente nel teatro d’improvvisazione con la quale si accettano le proposte altrui e si costruisce su di esse.

 

Ragazzi, non vedo l’ora di riguardarlo quando arriveremo a casa!

 

La sequenza a metà dell’episodio in cui Paperino, José e Panchito ballano ascoltando la musica trasmessa alla radio riprende Aquarela do Brasil, segmento contenuto in Saludos Amigos: gli animatori hanno riprodotto gli stessi passi di danza, con l’ombrello utilizzato come flauto e chitarra, oltre alla fisarmonica blu.

 

Sprecare il mio denaro in un tour? Spendaccione buono a nulla! E mi devi i soldi del pranzo!

 

Il fatto che Paperone sia così arrabbiato al pensiero che Paperino stia sperperando il suo denaro è un comportamento perfettamente coerente con il suo carattere, ma è motivato ulteriormente dalla scommessa fatta con Cuordipietra Famedoro nel finale dell’episodio precedente.

 

Abbiamo un concerto al quale dobbiamo suonare.

 

Il “combattimento finale” contro la pianta carnivora che controlla tutti gli abitanti della città è un vero e proprio remake della sequenza musicale de I Tre Caballeros, in cui il trio piumato si esibisce nell’omonima canzone. I colori psichedelici utilizzati in questo frangente rendono blu il vestito di Paperino, com’era nel lungometraggio animato.

 

BEHIND DUCKTALES:

 

Consigliati dalla redazione