Dragon Ball Super: Broly, poster

Uno degli elementi più importanti nel nuovo film animato Dragon Ball Super: Broly, ventesimo del franchise creato da Akira Toriyama, sarà l’uso della CG per le animazione delle scene d’azione.

Nei passati lungometraggi animati di Dragon Ball, quello dell’eccessivo uso dei modelli in CG è stato un argomento piuttosto discusso tra i fan, soprattutto quando i risultati finali non sono stati dei migliori. In una recente intervista i responsabili degli effetti speciali e dell’uso della computer grafica, Yuuji Yoko, Kai Makino e Takuya Fukunaga, hanno parlato dell’argomento affermando che le scene di combattimento in CG di Dragon Ball Super: Broly saranno le migliori di sempre.

Per coloro che sono preoccupati di quanto i modelli in CG riusciranno a mescolarsi con l’uso dell’animazione in 2D, nell’intervista viene sottolineato come il tutto sia stato supervisionato dal character designer Naohiro Shintati e da Akira Toriyama in persona.

Il regista Tatsuya Nagamine ha voluto trarre maggior vantaggio possibile dalla CG nelle scene di battaglia perché esse avvengono in diversi tipi di ambientazione, tra i quali spicca una particolare location (che viene descritta come quella che ospita la sequenza chiave del film), la quale può essere realizzata soltanto con questa tecnica. Inoltre i numerosi cambi di modello dei personaggi e i vari danni che subiscono durante le scene di combattimento hanno reso necessario ricorrere a questa tipologia di animazione.

Nagamine ha così dato agli artisti del suo staff la libertà di creare delle sequenze nella quali si alternano scene animate tradizionalmente a scene in CG, cercando di renderle più omogenee tra loro rispetto a quanto è stato fatto in passato.

Dragon Ball Super: Broly uscirà nei cinema in Giappone il 14 dicembre.

 

 

Fonte: Comicbook

 

Consigliati dalla redazione