Una miniserie in sei parti per festeggiare i vent’anni dell’iniziativa che ha per sempre cambiato la Casa delle Idee. Arriva a novembre Marvel Knights 20th. Donny Cates è stato insignito del ruolo, del tutto particolare per una serie a fumetti, Showrunner del progetto.

Alla redazione di ComicBook.com ha spiegato cosa questo comporti per lui, per i suoi colleghi e per i personaggi coinvolti: Daredevil, Punisher, Pantera Nera e Karnak.

 

Marvel Knights 20th, anteprima 01

Non avendo mai lavorato per la TV, non so bene quali siano le differenze nel campo dei comics. Per questo progetto, comunque, significa che scriverò la cornice narrativa dell’intera miniserie, dopodiché io e Tom Brevoort faremo il casting degli sceneggiatori e degli artisti di ogni numero.

Si tratta di una grande responsabilità e di un grande onore. Quando Joe Quesada e Tom mi hanno chiamato per darmi le redini di questo rilancio di Marvel Knights, mi hanno steso. Surreale, è la parola che mi viene in mente. Ma non si avvicina granché alla sensazione che ho provato.

Sono un Marvel fan sfegatato e mi ricordo il giorno in cui ho comprato i primi albi Marvel Knights. Avrò avuto dodici o tredici anni. Avevo tutti i poster e le card. Tutto. Le storie mi spazzarono via e sono ancora nella lista dei miei fumetti preferiti di ogni epoca. Quindi, nessuna pressione, direi.

La storia, al suo nucleo, ha un mistero devastante ed emotivamente potente, che abbraccia tutto l’Universo Marvel. E, in accordo con la natura delle originali serie Marvel Knights, gli eventi hanno un peso reale e conteranno nella continuity. Le serie individuali dei personaggi ne saranno influenzate. Le cose che faremo qui dentro cambieranno la situazione. Marvel Knights non è uno scherzo.

 

Cates è estremamente abbottonato per quanto riguarda ogni particolare della miniserie, ma promette che i fan dell’incarnazione originale dei Marvel Knights avranno pane per il loro denti. Questo progetto, conferma lo sceneggiatore, è solo l’inizio: ci saranno altre iniziative a celebrazione del ventennale che lasceranno i lettori a bocca aperta.

 

Marvel Knights 20th, anteprima 02

Come deve essere un fumetto Marvel Knights? Se mi avessero chiesto di rilanciare un titolo MAX o Ultimate, avrei avuto dei parametri molto più specifici, giusto? Per me, una storia Marvel Knights contiene una libertà creativa pura e in qualche modo incontrollata.

Joe Quesada e Jimmy Palmiotti, assieme a tutti gli altri, fecero cose folli quando l’etichetta fu lanciata, vent’anni fa. Erano un gruppo di pazzi che volevano creare fumetti, forze della natura. Hanno scritto alcune delle storie migliori di sempre grazie alla loro passione e alla fiducia che fu loro accordata.

La Marvel sta per fare lo stesso con noi. Io e gli altri Cavalieri, Matt Rosenberg, Tini Howard e Vita Ayala, abbiamo ricevuto le chiavi della Porsche della Marvel e ci è stato detto di fare un giro dell’isolato. Che io sia dannato se non lanceremo quella macchina in picchiata e in fiamme giù da un burrone, prima di tornare a casa.

 

Un modo nuovo di raccontare a fumetti, un sacco di adrenalina, l’apertura mentale per lasciare che possa accadere qualunque cosa. Queste sono le componenti che Cates prefigura per le storie che vedremo. E nessuna paura di puntare in alto pur raccontando avventure metropolitane, per lo più. Evasivo di fronte a ogni domanda sui dettagli, chiude con una domanda.

 

Se vi svegliaste una mattina e tutto il mondo avesse scordato che esistete, che cosa fareste?

 

Marvel Knights 20th, anteprima 03

 

 

Fonte: ComicBook

 

Consigliati dalla redazione