Sono tante e di grande rilevanza le novità che J-POP sta preparando per i prossimi mesi. L’anticipazione più eclatante riguarda senza dubbio una collana, la più ampia mai dedicata al padre del Fumetto giapponese moderno: Osamu Tezuka (3 novembre 1928 – 9 febbraio 1989).

La casa editrice milanese, in collaborazione con Hazard Edizioni (editore storico di Tezuka in Italia) e grazie all’accordo stipulato con la Tezuka Pro, non solo porterà sui nostri scaffali la riedizione di classici intramontabili come La fenice, Black Jack, Storia dei tre Adolf e Buddha, ma anche diverse opere inedite, alcune mai pubblicate fuori dal Giappone.

Jacopo Costa Buranelli ha commentato soddisfatto al riguardo:

 

Ho lavorato per due anni a questo progetto e ora sono davvero felice per i tanti volumi che produrremo assieme a Gianni Miriantini [fondatore di Hazard Edizioni – NdR], tra opere inedite e nuove edizioni. L’opera del Sensei deve essere apprezzata in una collezione strutturata e J-Pop Manga è pronta a offrire ai lettori italiani il più completo ed eterogeneo catalogo di manga classici e d’autore che include, oltre a Tezuka, anche opere di Ryoichi Ikegami, Shotaro Ishinomori, Junji Itoh, Kazuo Kamimura, Kazuo Koike, Taiyo Matsumoto, Minetaro Mochizuki, Go Nagai, Keiko Takemiya, Jiro Taniguchi e altri ancora.

 

A proposito di classici, sono in arrivo due appuntamenti con dei maestri ben noti in Italia. Uno riguarda Crying Freeman (cinque volumi, 15 x 21 cm, B, 400 pp., b/n + col., 14,00 Euro l’uno), di Kazuo Koike (Lady Snowblood) e Ryoichi Ikegami (Heat, Spider-man Manga), targato Shogakukan. L’altro è Il club delle divorziate, di Kazuo Kamimura (L’età della convivenzaLady Snowblood), in due volumi (15 x 21 cm, B, 500 pp., b/n, 18,00 Euro l’uno) originariamente editi da Futabasha.

Un altro colpo è certamente Il Poema del vento e degli Alberi (Kaze to ki no uta), il capolavoro di Keiko Takemiya; un’opera unica, con la quale Shogakukan ha sconvolto il Giappone negli anni ’70, divenuta il capostipite del genere Boy’s Love. J-POP è stata la prima casa editrice al mondo a convincere la sensei della possibilità di tradurre per l’estero Il Poema, che uscirà a novembre in un box da collezione (100 Euro) contenente i dieci tankobon che lo compongono, arricchiti da pagine esclusive a colori non presenti nemmeno nella versione cartacea giapponese. Al box seguirà l’uscita in volumi singoli (12 x 16,9 cm, B, 300 pp., b/n + col., 10,00 Euro).

Un altro successo per la prima volta portato fuori dal Giappone è La Stella della Senna (1975), di Mitsuru Kaneko e Asuka Morimura. Dai due volumi (12 x 16,9 cm, B, 320 pp., b/n + col. 9,90 Euro, disponibili anche nel box da 19,80 Euro) dello shojo di Media Factory è stato trasposto nello stesso anno l’indimenticabile adattamento anime per la TV, lanciato negli anni ’80 sui nostri teleschermi con il titolo di Il Tulipano Nero.

Passiamo quindi a Ballad X Opera (12 x 16,9 cm, B, 5,90 Euro), serie con elementi soprannaturali in corso in patria per Kadokawa, firmata da Akaza Samamiya, l’autrice di Bloody Mary e Torikago Syndrome.

Ancora di Kadokawa è il tomo (12,4 x 18 cm, B, 7,50 Euro) che raccoglie The Dragon Dentist, di Outaro Maijou e Youko, basato sullo spettacolare anime disponibile su Netflix e VVVVID prodotto da Hideaki Anno, creatore di Neon Genesis Evangelion.

Juuni Taisen, di NisiOisiN e Akira Akatsuki, è una miniserie Shueisha in quattro volumi (12 x 16,9 cm, B, 5,90 Euro, disponibili anche in un unico box). Gli autori di Medaka Box e Shonen Shojo ci raccontano di un torneo speciale in cui i combattenti sono i rappresentanti dei dodici segni dello Zodiaco Cinese.

Restiamo in ambito fantastico con Final Fantasy: Lost Stranger (12 x 16,9 cm, B, 192 pp., b/n + col., 6,90 Euro), di Hazuki Minase e Itsuki Kameya. Il titolo di Square Enix, giunto attualmente al secondo tankobon in Patria, è il primo manga ambientato nel mondo della serie di videogame che vanta oltre 130 milioni di copie vendute.

Il titolo che fantasy e videogiochi li ha uniti in un mix narrativo davvero dirompente è Overlord, serie di light novel (tuttora in corso) di Kugane Maruyama e So-bin. Dopo il fumetto, J-POP proporrà nel nostro Paese i romanzi Enterbrain (14 x 21 cm, B, 192 pp., b/n + col., 12,00 Euro), da cui sono stati trasposti gli altrettanti successi shonen e anime.

Dulcis in fundo, chiudiamo con tre pezzi imperdibili della Go Nagai Collection. Il primo e il secondo sono strettamente legati al recente anime Mazinger Z/Infinity, di Junji ShimizuMazinger Z Interval Peace (12 x 16,9 cm, B, 7,50 Euro) è infatti lo spin-off della pellicola, targato Kodansha, scritto dallo sceneggiatore del film Takahiro Ozawa, in arte Ume, e disegnato da Kaoru Osada su soggetto di Go NagaiMazinger Z: Alter Ignition (12 x 16,9 cm, B, 216 pp., b/n, 7,50 Euro) è invece la rilettura della storia originale da parte di Nagai per Dynamic Planning. Il terzo, infine, è Jeeg Hiryuden (12 x 16,9 cm, B, 7,50 Euro), del fumettista underground Shinobu Kaze, che rivisita per Dynamic Planning in una versione più adulta, cruda e violenta le avventure di Hiroshi Shiba e dei suoi straordinari poteri, in grado di trasformarlo nel “Robot d’Acciaio” che tutti conosciamo.

 

 

 

Fonte: Direct

 

Consigliati dalla redazione