Al Comic-Con International 2018 di San Diego, la DC Comics ha presentato un panel intitolato DC Nation, in cui si è parlato di diverse novità in arrivo. Presenti sul palco, oltre al Co-Publisher Dan DiDio, gli autori Jimmy Palmiotti, Amanda Conner, Mark Russell, Joshua Williamson e Tom King.

Quest’ultimo ha preso la parola per primo, parlando del matrimonio (mancato) tra Batman e Catwoman:

 

King – Siamo solo a metà della storia, i nazisti hanno rubato l’Arca Perduta, Darth Vader ha appena presto il blaster di Han Solo, e siamo tutti incazzati. La rabbia e la delusione che provate? È la stessa che sente Batman… ora lui prova un dolore tutto nuovo. Sin dal primo giorno, questa è stata la storia di qualcuno in grado di spezzare Batman. È sempre stata una storia su Bane che spezza Batman.

 

Il discorso si è poi spostato sulla miniserie-evento Heroes in Crisis, di prossima pubblicazione:

 

King – Questa è una grande storia su un massacro… un omicidio che avviene all’interno del luogo più sicuro di tutto l’Universo DC.

Ciò che io e Mitch abbiamo fatto con Mister Miracle è destrutturare un super eroe… una sorta di preludio di ciò che faremo con ogni altro personaggio DC in Heroes in Crisis.

 

Williamson ha poi presentato il nuovo arco narrativo di Flash, intitolato Force Quest:

 

Williamson – Barry sta realizzando che tutte le cose che credeva di sapere sulla Forza della Velocità sono sbagliate. Ora dovrà imparare di nuovo tutto ciò di cui ha bisogno per essere Flash, e ci aspetta una vera e propria montagna russa emozionale. Amo Barry Allen, ma parte del mio lavoro è rendergli la vita un inferno.

 

Russell ha poi discusso di Green Lantern/Huckleberry Hound – uno dei nuovi speciali che narrano bizzarri incontri tra i super eroi dell’Universo DC e i personaggi Hanna-Barbera – albo che conterrà una storia che si svolge nel 1972, negli ultimi giorni della Guerra del Vietnam:

 

Russell – La gente ha perso la fiducia nelle istituzioni che la governano, e Lanterna Verde ha appena avuto la missione più difficile della sua carriera: tornare sulla Terra e non usare i suoi poteri.

A dire il vero, questo Braccobaldo Bau è il figlio di quello che si è ucciso nella storia Snagglepuss. Si tratta del fumetto più inaccessibile di sempre, ma non voglio che qualcuno pensi che la mia storia su un cane blu sia qualcosa di inaccurato e irrealistico.

 

 

Fonte: CBR

 

Consigliati dalla redazione