Al Comic-Con International 2018 di San Diego, la DC Comics ha presentato il panel Meet the Publishers, moderato da Dan DiDio e Jim Lee.

Il primo ha parlato dell’imminente lancio della nuova piattaforma streaming DC Universe. Il costo di iscrizione sarà di 7.99 dollari al mese, o 74.99 all’anno, e il servizio darà l’accesso alle copie digitali di migliaia di albi DC Comics, compresi grandi classici, come le serie originali di Teen TitansDoom Patrol.

Dopo una breve parentesi sulle novità DC Ink e DC Zoom, il discorso si è spostato sull’etichetta Black Label con lo scrittore Brian Azzarello, che si è presentato sul palco per parlare di Batman: Damned.

 

Azzarello – Questa storia nasce direttamente dal lavoro fatto su Joker con Lee Bermejo. Abbiamo avuto l’idea di far nascere quello che noi chiamiamo “Joker-verse”. Ci sono voluti dieci anni per gettarne le fondamenta, ma ora ci siamo.

Batman: Damned è la storia della morte di Joker. Lui è morto e Batman non sa chi ne sia il responsabile, ma John Constantine sì. Batman lavorerà quindi con svariati personaggi magici per risolvere il mistero.

 

È toccato poi a Marc Silverstri parlare del suo progetto su Batman, finalmente annunciato ufficialmente dopo quattro anni di rumour:

 

Silvestri – Come probabilmente avrete capito, sto lavorando a una storia di Batman. Si tratta di un team-up tra Batman e Joker. Ne parlavamo, e io non riuscivo a credere che non fosse mai stato fatto prima, non seriamente. Ci saranno momenti drammatici, ma anche comici. Attendo di fare questa storia da vent’anni.

 

Di Dio e Lee hanno poi discusso delle recenti novità inerenti Aquaman e Lanterna Verde, con Kelly-Sue DeConnick e Grant Morrison annunciati come nuovi scrittori delle collane dedicate ai due:

 

Green Lantern #1, copertina di Liam Sharp

Lee – Abbiamo fatto un summit con gli scrittori, non molto tempo fa, e la DeConnick ci ha anticipato la sua visione di Aquaman, che è davvero accattivante. Tutto parte da una disamina su chi sia davvero il personaggio e sul suo rapporto con la madre.

Crescendo, Arthur è diventato Aquaman, e ora è in grado di governare la vita marina a suo piacimento, ma l’unica persona che non sa gestire è proprio sua madre.

DiDio – Quando sono diventato Publisher alla DC, uno dei miei primi obiettivi è stato quello di rendere Hal Jordan di nuovo un personaggio di primo piano. Ai tempi, Hal era lo Spettro e aveva completamente distrutto la mitologia delle Lanterne Verdi. Geoff Johns riuscì a capire come ricostruire il tutto. Ora ci troviamo di nuovo al punto in cui vogliamo far tornare Hal Jordan in prima linea.

Ero a cena con Grant Morrison e gli ho chiesto se fosse interessato a scrivere Lanterna Verde. Mi ha risposto che era troppo impegnato, ma prima che la cena fosse finita, Grant mi ha confessato di avere già in mente una storia di dodici numeri. Si tratta di un nuovo ritorno alle origini per Hal Jordan.

Lee – Dobbiamo chiederci cosa sia la giustizia. Presumiamo sempre che sia il nostro modello americano di giustizia quello applicato dalle Lanterne Verdi, ma di umani tra loro ce ne sono ben pochi. Ora dobbiamo guardare a cosa sia la giustizia per tutte queste altre culture e specie.

 

 

Fonte: CBR

 

Consigliati dalla redazione