Mancano solo tre episodi al gran finale di stagione (o di serie?), e mentre gli Avengers sono impegnati a combattere Thanos, in Option Two anche la squadra di Phil Coulson si ritrova ad affrontare un’invasione aliena, in quella che possiamo decisamente definire come una settimana ricca di visitatori per il pianeta Terra.

Come se non bastasse, il tanto temuto Graviton si palesa, anche se il corpo che lo ospita è – sorpresa – quello di Talbot.

 

– Non sono sicuro che tu sappia cosa significhi “multiverso”.

– Che ogni decisione che prendiamo si propaga in diverse sequenze temporali, e proprio mentre parliamo, esistono infiniti universi paralleli. Ma io sono la prova che potete spostarvi tra essi.

 

Il dialogo tra Deke e Fitz appare come una lezione sul multiverso per gli spettatori. Molti sono convinti che questo aspetto rivestirà un importante ruolo al Cinema dal quarto film degli Avengers in poi, e che gli autori di Agents of SHIELD stiano preparando il terreno per quanto avverrà sul grande schermo.

 

– Alieni, insomma. Hai visto tutta quella roba assurda che sta succedendo a New York?

– No, non riesco a guardare i notiziari, mi mandano fuori di testa.

 

Anche se non in modo esplicito, il dialogo tra Tony e Daisy sembra fare riferimento agli eventi di Avengers: Infinity War. Possiamo dunque considerare la reclusione forzata di Coulson e compagni una valida spiegazione dell’assenza di questi personaggi.

 

In memoria di Jiajing

 

In un cliffhanger decisamente riuscito, vediamo Daisy scavare nel punto in cui è stata sepolta sua madre; non è sicuramente la prima protagonista di un serial creato da Joss Whedon a profanare cimiteri, ma questo gesto appare inaspettato e ci chiediamo quali motivazioni spingano la ragazza a tanto…

 

BEHIND AGENTS OF SHIELD – STAGIONE 1

BEHIND AGENTS OF SHIELD – STAGIONE 2

BEHIND AGENTS OF SHIELD – STAGIONE 3

BEHIND AGENTS OF SHIELD – STAGIONE 4

BEHIND AGENTS OF SHIELD – STAGIONE 5

Consigliati dalla redazione