Mancano sei episodi alla conclusione della quinta stagione di Agents of SHIELD, e iniziano a chiarirsi alcuni eventi futuri e sottotrame costruite negli ultimi mesi. Inside Voices sembra concentrarsi in particolare sulla costruzione di due super criminali nati sulle pagine dei fumetti, che potrebbero rivelarsi fondamentali per il finale.

 

È bello non dover stare più sdraiata a letto.

 

Yo-Yo si è ormai ripresa dalla perdita dei suoi arti superiori, e la vediamo allenarsi nella palestra del Faro con le sue nuove protesi ultra-tecnologiche.

 

Yo-Yo

 

Questa nuova forma è molto simile a quella che il personaggio sfoggia nella serie Secret Warriors, di Jonathan HickmanStefano Caselli e Alessandro Vitti, avendo perso le braccia durante la sua prima missione sul campo. Nei fumetti le protesi sono state sviluppate dallo SHIELD, mentre nello show sono state recuperate dalle apparecchiature del Generale Hale.

 

Tu sei destinata al gravitone.

 

Karla SofenRuby è una ragazza bionda con gli occhi verdi, e il suo nuovo costume lascia intuire a quale personaggio sia ispirato: Karla Sofen, alias Moonstone.

Nei fumetti, questa eroina dall’etica discutibile è in grado di manipolare a suo piacimento la gravità grazie all’utilizzo della Pietra Lunare, sottratta a uno dei pazienti del Dottor Faustus. Karla entra a far parte della prima formazione dei Thunderbolts – super criminali che si fingono eroi – agli ordini del Barone Zemo (nel telefilm sta invece stringendo un legame con il figlio di Von Strucker), finendo per confrontarsi con Avengers e Fantastici Quattro.

In seguito, Moonstone aiuta Graviton a scoprire come sfruttare al meglio i suoi poteri, permettendogli di trasformare la città di San Francisco in un’isola volante; la ragazza, però, impazzisce quando scopre che l’uomo ha ucciso la sua amica d’infanzia.

Si tratta di un background decisamente inquietante, soprattutto alla luce della “profezia” sulla Distruttrice di Mondi, la cui identità sembra ormai sempre più chiara.

 

Di’ pure al Generale che non può fare nulla per farmi unire alla sua Evil League of Evil.

 

I due produttori esecutivi Jed WhedonMaurissa Tancharoen avevano collaborato alla miniserie musical Dr. Horrible’s Sing-along Blog, perciò, prima o poi, era legittimo aspettarsi una citazione di quell’opera di culto. Sono serviti  cinque anni per far lanciare a Coulson una frecciatina a tema… anche se purtroppo non vedremo mai Bad Horse come cattivo di Agents of SHIELD.

 

Non riesci a sentirli litigare? Non sono mai d’accordo su nulla, tranne sul fatto che non dovrei salvarlo.

 

La rivelazione che il gravitone sia senziente sembra sia un modo per preparare l’arrivo di Graviton, avversario che il pubblico di Agents of SHIELD attendeva fin dalla prima stagione: il terzo episodio della serie, The Assett, si concludeva infatti con l’assorbimento del Professor Franklin Hall da parte del raro elemento chimico, in quella che ormai consideravamo una sottotrama abbandonata.

 

– Volevo solo il gravitone.

– Oh no, temo tu abbia frainteso. Era lui a volere te.

 

In un flashback ambientato quattro anni nel passato, ai tempi della prima stagione, scopriamo che Raina ha sacrificato Ian Quinn facendolo assorbire dal gravitone, all’interno del quale è quindi rimasto per tutto questo tempo, esattamente come il Professor Hall.

 

BEHIND AGENTS OF SHIELD – STAGIONE 1

BEHIND AGENTS OF SHIELD – STAGIONE 2

BEHIND AGENTS OF SHIELD – STAGIONE 3

BEHIND AGENTS OF SHIELD – STAGIONE 4

BEHIND AGENTS OF SHIELD – STAGIONE 5

Consigliati dalla redazione