Ieri è arrivato sugli scaffali americani il primo numero di Strangers in Paradise XXV, con un paio di settimane di anticipo rispetto a quanto precedentemente annunciato. A dieci anni da quella che originariamente doveva essere la sua conclusione, Terry Moore è dunque tornato a raccontare la storia di Francine e Katchoo tramite un’avventura in cui appariranno anche altri personaggi creati dall’autore nel corso della sua carriera.

In occasione del venticinquesimo anniversario di Strangers in ParadiseComic Book Resources ha contattato Moore per parlare dei motivi dietro al ritorno del titolo.

 

Strangers in Paradise, anteprima 01

L’unica buona ragione è che la storia non era finita. C’era un’evidente questione irrisolta da affrontare. Perciò, come creatore della serie, non avevo finito il mio racconto. E l’anniversario è l’occasione perfetta per farlo.

È stato come tornare a sentire dei vecchi amici dopo tanto tempo e rendersi conto che è come se non ci si fosse mai allontanati. È una bella sensazione, come tornare a casa.

È passato qualche anno [nella storia, dall’ultima volta in cui abbiamo visto Francine e Katchoo]. Non voglio spoilerare la trama a chi non ha letto la serie precedente. Dirò soltanto che Strangers in Paradise parla di Francine e Katchoo, e di quanto ferocemente alcune persone combattano per coloro che amano.

Katchoo è ora una madre di famiglia, ma ha pur sempre un passato. Ha avuto a che fare con Darcy Parker, che era a capo di un impero criminale formato da un gruppo di donne d’elite pronte a compiere azioni terribili, le Parker Girls. Una di loro è sopravvissuta e sta scrivendo un libro sull’intera operazione; se venisse pubblicato, distruggerebbe la famiglia di Katchoo. Perciò lei è determinata a fermarla, ma il problema è trovarla. Questa nuova serie racconterà della sua ricerca.

Ci sono un sacco di sottotrame in Strangers in Paradise, ma il suo vero nucleo era la storia d’amore, e quando quella si è risolta, la serie si è conclusa. Il mondo è cambiato molto da allora, ma c’è sempre quella singola persona in grado di distruggere tutto ciò a cui tieni di più. E se sei come Katchoo, che ha lottato duramente per ottenere ciò che ha ora, non intendi permetterlo. Combatti per quello che hai, sei disposto a dare la caccia al tuo predatore fino alla fine del mondo.

Strangers in Paradise XXV #1, anteprima 02

Strangers in Paradise XXV sarà una storia più breve e con un finale, come un romanzo di Agata Christie che coinvolge un personaggio pre-esistente. O come ogni scrittore che è stato così fortunato da creare una figura unica in grado di ispirare una serie di libri. Katchoo è quel tipo di personaggio che capitano una volta nella vita, mi ispira a continuare a scrivere.

In Strangers in Paradise ogni pagina è qualcosa di diverso. In Echo ho usato un classico rapporto aureo per i layout di pagina, come facevano i Greci e Leonardo da Vinci, perché portava avanti a livello subliminale la premessa matematica della trama.

In Rachel Rising ho mantenuto quello schema, ma sono passato dal pennello alla biro per rendere le linee più frenetiche e nervose. Faccio di tutto per provocare un effetto subliminale nel lettore, così che la pagina susciti una reazione emotiva. Tutte quelle scene immerse nella natura con un sacco di tralci di vite disegnate a penna… erano un modo per cercare di eliminare il confine tra gli esseri umani e la natura. Rachel viene dalla terra, e tutte quelle persone prima o poi torneranno alla terra. La storia avviene tra i due fenomeni e volevo che i disegni mostrassero questa connessione.

Con Motor Girl sono poi tornato al pennello per uno stile più libero, oltre a disegnare su fogli di carta ruvida. Non volevo usare neri intensi in un’ambientazione desertica, e la carta ruvida manteneva le linee grezze e molti punti bianchi della carta attraverso i neri. Ho anche modificato il modo di colorare le aree nere più ampie, lasciando deliberatamente un sacco di segni bianchi. L’effetto generale era quello di un pennello asciutto, trasmetteva la giusta atmosfera torrida, come se ci fosse sabbia e legno ovunque.

Strangers in Paradise XXV #1, anteprima 03

Potrei continuare a parlare all’infinito dell’aspetto grafico. Raramente mi chiedono qualcosa sul disegno, ma è la parte del lavoro che richiede più tempo e in cui mi impegno di più.

Strangers in Paradise XXV si connetterà alle altre serie [Echo, Rachel Rising e Motor Girl], è come se vi avessi raccontato tutte quelle storie in modo da potervi raccontare questa. Sono sicuro che le persone che le hanno lette tutte si godranno la storia di Strangers in Paradise XXV a un livello completamente differente.

Io e Angela Robinson stiamo lavorando insieme [al film di Strangers in Paradise]. È qualcosa di cui parlavamo da più di dieci anni, e ora che abbiamo l’opportunità di realizzarlo siamo totalmente concentrati su di esso. Sto scrivendo il soggetto, ma Angela è un’autrice straordinaria, come ha dimostrato con il recente Professor Marston & the Wonder Women, e lo trasformerà nel film che dovrebbe essere. Non potrei essere più felice di questo progetto, in passato ho rifiutato buone offerte perché avrebbe significato affidare la storia a degli sconosciuti; Angela è qualcuno che conosco e di cui mi fido, è la regista di cui abbiamo bisogno, conosce a fondo Strangers in Paradise. Ci fidiamo di Angela.

[Parlando di fumetti] al momento mi sto occupando esclusivamente di Strangers in Paradise XXV, e così sarà fino quando non sarà completato. È il modo in cui lavoro, ho una visione a tunnel. Ci sono altri progetti in cantiere, ma ora è il turno di Katchoo, e lei richiede la mia completa attenzione.

 

 

Fonte: Comic Book Resources

 

Consigliati dalla redazione