Together or not at all porta avanti le vicende di Agents of SHIELD ambientate nel futuro ma rallentando il ritmo dopo gli eventi dell’episodio precedente. Alcuni elementi connettono le attuali trame a eventi passati dello show, addirittura ai primissimi episodi della prima stagione…

 

Be’, penso di sapere come creano la gravità artificiale per la stazione spaziale.

 

Torna in scena il gravitonio, elemento chimico che era stato introdotto addirittura nel terzo episodio della serie, The assett. In quell’occasione, il Professor Franklin Hall entrava in contatto con il materiale, suggerendo una futura trasformazione nel supervillain Graviton dei fumetti. Da allora però non è più apparso… forse il destino del personaggio sarà rivelato dopo più di quattro stagioni?

 

Allons-y!

 

Fedele alle sue origini britanniche, Jenna Simmons è una fan di Doctor Who, come aveva già dimostrato nell’episodio della prima stagione The only light in the darkness. Prima di lasciare la stazione spaziale insieme a Fitz intona il grido di battaglia del Decimo Dottore.

 

Ho aspettato così tanto tempo per rivedervi.

 

Negli ultimi istanti dell’episodio, May si rende conto di trovarsi a bordo dello Zephyr; o meglio, di ciò che ne rimane dopo tutti quegli anni. Ma sarà ancora più sorpresa dal trovarsi di fronte una versione invecchiata di Robin Hinton, la bambina Inumana che con le sue profezie ha dato il via a questa vicenda.

 

BEHIND AGENTS OF SHIELD 1

BEHIND AGENTS OF SHIELD 2

BEHIND AGENTS OF SHIELD 3

BEHIND AGENTS OF SHIELD 4

BEHIND AGENTS OF SHIELD 5

Consigliati dalla redazione