Dopo una seconda metà di stagione sorprendente che ha portato la squadra di Coulson ad affrontare tradimenti e cospirazioni, Agents of S.H.I.E.L.D. conclude la sua prima annata con un emozionante scontro finale. Ma Beginning of the End semina alcuni elementi pronti ad essere sviluppati nella seconda stagione…

Attenzione! Questo articolo contiene SPOILER. Ne consigliamo la lettura dopo la visione di Agents of S.H.I.E.L.D. 1×22: Beginning of the End

Beh, noi sappiamo dei genitori di Skye, dell’oscurità che giace dentro di lei. Io credo in un mondo dove la sua vera natura si rivelerà. E quando quel giorno verrà forse voi due potreste essere mostri insieme.

Sembra ormai certo che nella prossima stagione scopriremo la vera natura di Skye: nell’ultima scena ci viene rivelato che suo padre è ancora vivo, uno dei mostri che hanno distrutto il villaggio in cui è stata ritrovata. Ma forse l’oscurità a cui si riferisce Raina dipende anche dal farmaco che le è stato somministrato per impedirle di morire; la stessa sostanza scorre anche nelle vene di Coulson e di Garrett (nel suo caso, scorreva), dandogli la possibilità di “vedere l’universo” e di scrivere in linguaggio Skrull. Gli alieni verdi (o forse i Chitauri al loro posto?) stanno per uscire allo scoperto?

So bene cosa sa fare

Non è una sorpresa che Phil Coulson riesca a padroneggiare all’istante l’arma che gli dà Nick Fury; si tratta infatti della stessa con cui Coulson ha sparato a Loki in The Avengers, riuscendo a rallentare per qualche secondo il Dio dell’Inganno.

Un’altra base segreta? La chiamo il Parco Giochi

La squadra di Coulson nel finale dell’episodio raggiunge una base segreta S.H.I.E.L.D. chiamata Parco Giochi (Playground); è presente anche nei fumetti, fondata da Nick Fury per scopi segreti, situata al confine tra Siria, Iraq e Arabia Saudita.