Dopo alcuni elementi introdotti nell’episodio precedente di Agents of S.H.I.E.L.D., gli spettatori si aspettavano diverse risposte da Yes Men. Ed effettivamente alcune risposte arrivano, dimostrando che il telefilm non rimanda più al futuro i progressi della vicenda, ormai stabilitosi su un ritmo più sostenuto delle prime puntate. Ma il principale motivo di interesse è l’arrivo di due asgardiane sulla Terra, coinvolgendo la squadra di Coulson nella loro baruffa…

Attenzione! Questo articolo contiene SPOILER. Ne consigliamo la lettura dopo la visione di Agents of S.H.I.E.L.D. 1×15: Yes Men

detailSì… è decisamente asgardiana.

Yes Men segna l’esordio sul piccolo schermo di Lady Sif, già apparsa nei due capitoli cinematografici dedicati al Dio del Tuono. È una strana coincidenza se pensiamo che l’episodio è stato trasmesso per la prima volta negli USA il giorno successivo al 50° anniversario del personaggio, nato su Journey Into Mistery #102, pubblicato il 10 marzo 1964. Sorella di Heimdall, è la più potente guerriera asgardiana, innamorata di Thor anche se non sappiamo se nell’universo cinematografico questo interesse sia mai stato ricambiato.

Ha visitato altri regni… Ha visto specie diverse, alieni… Ha mai incontrato qualcuno che fosse blu?

Coulson approfitta dell’opportunità di avere un’asgardiana a disposizione per indagare sulla provenienza del corpo visto all’interno della Guest House nell’episodio precedente. Lady Sif fa un elenco di possibili razze aliene:
– Gli Interdite: umanoidi dalla pelle blu provenienti dal pianeta Interdis. Dopo che il loro pianeta è stato distrutto da una razza aliena, gli Interdite sopravvissuti vagano per la galassia dedicandosi a una vita di meditazione, grazie ai loro poteri psichici.
– I Levian: un’altra razza aliena rimasta orfana del proprio pianeta natale. I cinque milioni di superstiti vagano per lo spazio su una gigantesca astronave, ma nei fumetti non interagiscono mai con la Terra
– I Pharagot: razza umanoide caratterizzata dalla pelle azzurra e da un’altezza di circa 3 metri. Arrivano dal pianeta Arago-7 nella galassia di Andromeda e hanno una struttura molecolare densa che gli fornisce una forza sovrumana. Questo potrebbe farne i candidati ideali per fornire sangue rigenerante, ma è improbabile che un brusco atterraggio con una navicella spaziale possa aver ridotto in quelle condizioni il soggetto alla Guest House, considerando la loro incredibile resistenza.
– I Kree: la razza aliena più antica dell’Universo Marvel e anche la più sfruttata. Sono simili agli umani, ma hanno la pelle blu e una forza maggiore. Molti supereroi sono di razza Kree, come Capitan Marvel o Miss Marvel, per cui la loro introduzione nel telefilm potrebbe condurre a una loro comparsa in uno dei prossimi lungometraggi. Sicuramente saranno presenti in Guardians of the Galaxy, quindi per preparare il terreno a ulteriori sviluppi sul grande schermo, questa ipotesi è la più accreditata.
– I Sark: razza apparsa solo una volta in un vecchio numero di Strange Tales, il loro leader Autolycus ha affrontato in battaglia Warlock venendo sconfitto.
– I Centauriani: razza primitiva che vive in una società tribale, combattendo con arco e frecce. Il Centauriano più famoso è Yondu, personaggio che apparirà nel film Guardians of the Galaxy e che nei fumetti è collegato anche agli Avengers. Quindi anche la presentazione di questa razza potrebbe fare da collegamento tra le diverse realtà dell’Universo Cinematografico Marvel
– I Giganti di Ghiaccio: li abbiamo visti nel primo film di Thor e il loro aspetto era alquanto differente, quindi è un’ipotesi improbabile. Ma in questo episodio Sif dichiara esplicitamente che i Giganti di Ghiaccio hanno visitato la Terra in passato, e i contatti tra Agents of S.H.I.E.L.D. e Asgard sono numerosi quindi, chissà…
Forse questa lista è stata fatta per dare agli spettatori una lista di “sospettati” tra cui cercare la soluzione dell’enigma?
Oppure serve per sviare da quella che si rivelerà poi l’identità dell’uomo blu, visto che Sif non ha citato gli Inumani, ancora tra i papabili?

– Prima nel deserto, il collare è stato colpito da un proiettile. Pensi di poterlo aggiustare?
– Beh, il metallo, il peso… È simile al bastone del Berserker.

Il bastone del Berserker è l’arma asgardiano vista nell’episodio The Well, in grado di donare una forza sovrumana a chiunque lo tocchi.

Un uomo cui ero legata è stata vittima del suo incantesimo. Così stregato abbandonò la famiglia, gli amici… e me.

Lorelei stuzzica Sif dicendole che non riesce mai ad avere ciò che desidera, “Né Hador, né Thor…”
Lorelei ha quindi utilizzato il suo potere per incantare l’uomo di Sif, probabilmente quell’Hador che nei fumetti non è mai esistito, ma che in questo universo narrativo è il suo compagno.
È successo lo stesso anche con Thor, col quale non è ancora chiaro se Sif abbia mai avuto una relazione (come nei fumetti), o Lorelei si sta riferendo solamente al fatto che Sif tiene segreto il suo amore per Thor perché sa di non essere corrisposta?

Odino ha ordinato di ricondurla a lei viva…

Interessante scoprire che Odino ha richiesto esplicitamente di riportare Lorelei viva ad Asgard, soprattutto pensando all’identità di Odino alla fine di Thor: The Dark World… Loki vuole una regina al suo fianco?