Nel 2014 come per l’anno passato il mercato dei fumetti americani verrà invaso da una miriade di produzioni, graphic novel, serie regolari, miniserie, webcomics e altro ancora.
Newsarama ha provato a stilare una top ten degli appuntamenti sui cui rivolgere particolare attenzione, previsti per l’anno a venire. Ecco di seguito la lista.

Ms. Marvel
La nuova serie di G. Willow Wilson e Adrian Alphona, prevista per febbraio 2014, lancerà un nuovo personaggio nell’universo della Casa delle Idee, Kamala Khan, un ragazza di origine pakistana, di religione mussulmana, cresciuta nel New Jersey.

Southern Bastards
Jason Aaron e Jason Latour si rifanno alle loro origini del sud degli Stati Uniti per la loro serie creator-owned (ovvero di cui deterranno tutti i diritti) Southern Bastards, ambientata in una contea rurale romanzata dell’Alabama. La pubblicazione, targata Image, è stata definita dai due autori “a southern fried crime comic”, letteralmente “un fumetto sul genere fritto, poliziesco, del sud”, ovvero un poliziesco con tutto il meglio/peggio dei racconti  dei paesi sudisti, sceriffi corrotti, barbecue, omicidi raccapriccianti e altro ancora.

Multiversity
Una serie annunciata da sempre (se ne parla dal 2009) che è in cantiere da una vita editoriale. Nel 2014 finalmente, dovrebbe esordire, il condizionale è obbligatorio, Multiversity, scritta da Grant Morrison. Si tratterà di una mini di nove episodi con un prologo e un epilogo, che racconterà di nove personaggi o meglio di nove famiglie di personaggi, ognuna appartenente a nove diversi mondi del Multiverso DC Comics. Ogni numero sarà disegnato da un artista diverso. Cameron Stewart per esempio firmerà Thunderworld, dedicato a Shazam (Captain Marvel), mentre Frank Quitely si occuperà dei personaggi originari della Charlton Comics. Rimane il mistero dello scopo della miniserie, ma il 2014 fornirà una risposta anche a questo quesito.

Phonogram: The Immaterial Girl
Kieron Gillen e Jamie McKelvie raccontano la storia di alcuni adolescenti, maghi con superpoteri speciali, derivanti dalla musica. Phonogram: The Immaterial Girl sarà il sequel della serie di successo della Image che esordi nel 2006 e che è stata annunciato a partire dal 2012.

DC’s New 52: Future’s End
La serie settimanale che racconterà il DC Universe dei prossimi anni esordirà a maggio 2014 e sarà incentrata su tre personaggi principali: Frankenstein, Firestorm e Batman Beyond. Il team creativo è formato da nomi eccellenti: Jeff Lemire, Keith Giffen, Brian Azzarello, Dan Jurgens, Ethan Van Sciver, Aaron Lopresti, Jesus Merino e altri ancora che saranno annunciati prossimamente.

Miracleman
Dopo anni di controversie e battaglie legali, la Marvel riporta in fumetteria e con nuove avventure il personaggio di Miracleman. Si parte con gennaio 2014 e la run originale scritta da Alan Moore cui seguirà quella di Neil Gaiman e Mark Buckingham con la conclusione mai pubblicata finora.

Death of the Watcher (la Morte dell’Osservatore, ancora senza titolo)
Come i fan sanno molto bene, un evento Marvel è di fondamentale importanza quando Uatu, l’Osservatore, viene coinvolto. Ma che succederà nella miniserie ancora senza titolo, prevista per maggio, in cui Uatu viene trovato morto? Proveranno a raccontarlo Jason Aaron e Mike Deodato Jr.

Batman Eternal
Che altro aggiungere. Una delle icone della Dc Comics che festeggerà il 75-esimo anniversario proprio nel 2014, esordirà con la serie settimanale Batman Eternal fragorosamente annunciata e affidata a un team creativo guidato da Scott Snyder a cui si affiancano scrittore come James Tynion IV, John Layman, Ray Fawkes, Tim Seeley e artisti quali Jason Fabok e molti altri ancora per una testata che vuole proporsi come una colonna portante della Bat family nonché svelare retroscena oscuri della città di Gotham.

Seconds
Dopo Scott Pilgrim il 2014 vedrà la prossima graphic novel del canadese Bryan O’Malley: Seconds. Ambientata in un ristorante di una piccola città, la storia avrà come protagonista Katie, un’adorabile pasticciona, ha assicurato l’autore, e presenterà situazioni divertenti e anomale, nonostante il soggetto alquanto “normale”.

Wonder Woman The trial of Diana Prince
Nel 2014 Grant Morrison e Yanick Paquette metteranno sotto processo niente meno che l’amazzone più famosa dei comics americani nella graphic novel: Wonder Woman The Trial of Diana Prince. Inizialmente intitolata Wonder Woman: Earth One, il fumetto vuole rappresentare per l’amazzone, secondo le ambizioni della DC Comics, ciò che All-Star Superman ha rappresentato per l’Uomo d’Acciaio.