La piccola task force dell’agente Coulson comincia ad essere coinvolta in operazioni su scala più ampia, nel settimo episodio della serie di cui potete leggere anche la recensione fatta su Badtv.it. Qui sotto come al solito invece, un’analisi sui riferimenti ai fumetti presenti nella puntata…

Attenzione! Questo articolo contiene SPOILER. Ne consigliamo la lettura dopo la visione di Agents of S.H.I.E.L.D. 1×07: The Hub

Un gruppo di separatisti dell’Ossezia del Sud ha costruito un’arma chiamata Ezbitmojet.
L’Overkill Horn?
Un po’ drammatico per i miei gusti, immagino che qualcosa sia andato perduto nella traduzione.

L’Overkill Horn è un’arma in grado di produrre vibrazioni soniche che possono attivare a distanza le armi e le testate nucleari. Nei fumetti fa la sua comparsa su Strange Tales #150, sviluppato dagli scienziati S.H.I.E.L.D. per ordine di Nick Fury, ma sarà poi riprodotto anche dal Teschio Rosso per i suoi piani malvagi.
In questo episodio l’Overkill è in possesso di un gruppo separatista che non sembra avere nulla a che vedere con l’Hydra o altre organizzazioni di grandi dimensioni, quindi viene percepita come una minaccia “minore”.

Oh, questo non è niente. Aspetta di vedere il Triskelion.

Il Triskelion è l’isola quartier generale dello S.H.I.E.L.D. nell’universo Ultimate, che è stata distrutta e ricostruita prima a New York, poi sotto forma di fortezza volante. Il paragone con l’Hub fatto in questo episodio potrebbe essere un’anticipazione della sua comparsa in Capitan America: Soldato d’Inverno, suggerita da una scena nel trailer del film.

Agente Sitwell

Per la prima volta l’agente Jasper Sitwell (già comparso in Thor, The Avengers e in due cortometraggi per l’home video) fa la sua apparizione in Agents of S.H.I.E.L.D., dove viene rivelato il suo nome completo. Questo ufficializza la sua identità, finora considerata molto probabile ma non certo, quella di un personaggio nato nei fumetti già a metà anni ’60 e da allora sempre stato al fianco di Nick Fury. Il suo incarico lo ha portato anche a seguire le missioni del Soldato d’Inverno, durante una delle quali è stato ucciso dalla Vedova Nera sottoposta al lavaggio del cervello… Chissà se lo vedremo in un ruolo più grosso nel prossimo film di Capitan America?

Le persone che organizzano queste operazioni sono il meglio del meglio. Sanno quello che fanno.

Victoria_Hand-1Victoria Hand è un personaggio creato nei fumetti da Brian Micheal Bendis e Mike Deodato, figura centrale della serie Dark Avengers e successivamente di New Avengers. Victoria non condivideva la guerra al terrorismo condotta da Nick Fury e gli mandò una lettera in cui esprimeva il suo dissenso, gesto che le costò il trasferimento in una sede sussidiaria dello S.H.I.E.L.D..
Quando Norman Osborn è stato promosso direttore dei Thunderbolt e ha trasformato lo S.H.I.E.L.D. nell’organizzazione H.A.M.M.E.R, ha voluto Victoria al suo fianco proprio per l’opposizione mostrata nei confronti di Nick Fury. In seguito Capitan America ha voluto Victoria Hand al suo fianco, per attuare un “triplo gioco” che facesse credere a Norman Osborn di avere il controllo, quando in realtà la donna era al servizio dell’eroe della II Guerra Mondiale. Victoria è morta durante una missione qualche mese fa, decretando così una vita di pochi anni per un personaggio che ha comunque lasciato il segno, al punto da ottenere una controparte in carne e ossa in questo telefilm.
Il personaggio ha lo stesso aspetto della versione a fumetti, compreso il caratteristico ciuffo di capelli rossi. Da segnalare che uno dei cartelli presenti all’interno dell’Hub visibile parzialmente in questo episodio ha sopra la scritta “HAMM”, quindi potrebbe riferirsi a un’ipotetica divisione H.A.M.M.E.R. … Quale sarà il ruolo di Victoria Hand all’interno del telefilm? Avrà un destino e un ruolo simili a quelli avuti nei fumetti?